La Casa di Stefy

di

“La Casa di Stefy” è un progetto della cooperativa sociale Santa Maria di Gesù di Cammarata – sostenuto anche dalla Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani – che prevede il potenziamento di un centro diurno attraverso il coinvolgendo di persone di qualsiasi età e con diversi livelli di disabilità, giovani in condizioni di fragilità sociale e anziani soli.

Secondo quanto riportato dalle indagini ISTAT, nel nostro Paese nel 2019, le persone con disabilità, ovvero che soffrono a causa di problemi di salute di gravi limitazioni che impediscono loro di svolgere attività abituali, sono 3 milioni e 150 mila (il 5,2% della popolazione).

Diventa, per questo, centrale la promozione di una comunità realmente inclusiva e accogliente che aiuti il mantenimento delle autonomie acquisite e accompagni la conquista di nuove abilità e conoscenze.

Il progetto “La Casa di Stefy” vuole dare una reale risposta ai bisogni relazionali e sociali espressi da chi vive la disabilità, dai giovani in condizione di svantaggio sociale e dagli anziani soli tramite momenti di aggregazione e la realizzazione di laboratori socio-educativi e creativi.

Il centro diurno offre già alle persone con disabilità un ambiente con un clima relazionale positivo e di ascolto che favorisce il mantenimento e lo sviluppo di abilità nell’ambito cognitivo e sociale attraverso specifici laboratori e attività di socializzazione.

Il progetto nasce dall’esperienza quasi ventennale dell’Associazione L’Arca che opera nell’agrigentino nel territorio di Cammarata e San Giovanni Gemini e che fonda le sue azioni sull’accoglienza delle esigenze di ragazzi e adulti con disabilità promuovendo iniziative ed attività socio-educative con il fine di sollecitare una sempre maggiore cultura dell’autonomia e dell’integrazione sociale.

Negli anni l’Associazione L’Arca è riuscita a diventare un valido punto di riferimento per molti ragazzi e le loro famiglie rappresentando per la comunità locale il luogo della socialità e della condivisione, della vera integrazione sociale e culturale: una “famiglia allargata” che ha portato la “diversità” fuori dalle mura di un edificio.

Per permettere che un progetto così ambizioso potesse diventare concreto alcuni volontari dell’Associazione L’Arca hanno deciso di dar vita nel 2017 ad una cooperativa sociale che, in stretta collaborazione con la stessa, segue le diverse fasi della realizzazione e della gestione del centro diurno. 

Il centro diurno e il progetto “La Casa di Stefy” sono realizzati in un grande immobile di tre piani a Cammarata (AG) nel quale è in corso un’attività di ristrutturazione ed adeguamento per renderlo un luogo  più accogliente e funzionale alle attività di accompagnamento delle persone con disabilità.

La Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani sostiene, attraverso un co-finanziamento, le attività del progetto “La Casa di Stefy”.

Regioni

Ti potrebbe interessare

7 programmi per il crowdfunding di comunità

di

C’è chi avvierà dei percorsi per contrastare la povertà educativa minorile e chi favorirà attraverso l’apicoltura l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati; c’è chi creerà delle opportunità...

Il Buon Samaritano: prendersi cura di chi è nel bisogno

di

Insieme, grazie al crowdfunding di comunità, possiamo aiutare la Parrocchia San Giuseppe di Castellammare del Golfo a sostenere le fasce più povere della popolazione. Al...

Community Bond: il valore più importante

di

“Bond” in inglese significa legame e mai come in questo momento di grande difficoltà i “legami” hanno rappresentato il valore più importante di ogni...