A Catanzaro aperto il “Punto Antiusura” in un bene confiscato alla criminalità

di

E’ stato inaugurato negli scorsi giorni il Punto Antiusura del progetto “A Carte Scoperte”, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD che mira al contrasto e alla prevenzione della ludopatia nelle province di Catanzaro, Cosenza, Reggio Calabria e Crotone. La struttura, gestita dall’ente capofila, il Centro Calabrese di solidarietà, si trova a Catanzaro in via Via S. Francesco d’Assisi n. 86, all’interno di un bene confiscato alla criminalità.

Obiettivo del Punto Antiusura è quello di “spezzare il circolo vizioso che vede nella ludopatia il punto di accesso per l’usura – spiega la responsabile del progetto Silvia Saladino, esperta del Centro Calabrese di Solidarietà –  Molto spesso, infatti, la vergogna del soggetto e l’indisponibilità di altre fonti da cui reperire risorse espongono le famiglie al grave rischio di cadere nel tranello dei prestiti facili per colmare le lacune finanziarie causate dalle perdite da gioco. Grazie al punto antiusura del progetto A Carte scoperte miriamo ad intercettare precocemente le famiglie in difficoltà prima che sia troppo tardi”.

Il punto antiusura, inoltre, assolve ad altre funzioni sociali molto importanti:  fare prevenzione, cercando di intervenire prima che i soggetti ludopatici possano rivolgersi agli usurai per i debiti da gioco accumulati; a “convertire” un bene prima nelle mani della criminalità organizzata in luogo di supporto per famiglie in difficoltà e quindi in un bene collettivo; a fare formazione nell’ottica della prevenzione, attraverso corsi di educazione finanziaria che saranno organizzati nei prossimi mesi e dedicati alle nuove generazioni per mitigare il rischio di future dipendenze patologiche.

All’interno del Punto antiusura di A Carte scoperte gli utenti troveranno a loro disposizione solo esperti qualificati in materia creditizia e finanziaria che offriranno gratuitamente, e per tutta la durata del progetto, consulenze e sostegno.

Il team è composto dalla dottoressa Carmen Locandro, bancaria esperta e volontaria del Centro Calabrese di Solidarietà, dalla dottoressa Elvira Iaccino, avvocata e collaboratrice esperta di Libera Catanzaro e dal dottor Samuele Signoretti, sociologo.

COME ACCEDERE AI SERVIZI DEL PUNTO ANTIUSURA – La struttura è aperta ogni giovedì dalle ore 15 alle ore 19. Per ricevere assistenza basterà prendere appuntamento scrivendo una mail  a centrostudi@ccscatanzaro.it , chiamando il numero 096161621 o attraverso i canali social del progetto A CARTE SCOPERTE.

 

Per ulteriori informazioni sul progetto A CARTE SCOPERTE visitare il blog https://www.esperienzeconilsud.it/acartescoperte

e le pagine social FB https://www.facebook.com/progettoacartescoperte  https://www.instagram.com/progettoacartescoperte/

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Centri Specializzati Gap, una partenza con entusiasmo

di

Sono stati inaugurati nel mese di luglio sei nuovi Centri Specializzati GAP per la cura e il sostegno della dipendenza da gioco d’azzardo. Si...

“A carte scoperte”, al via il progetto a contrasto e prevenzione della ludopatia in Calabria

di

Il progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD ha come ente capofila il Centro Calabrese di Solidarietà  e sarà localizzato nei territori...

Centri Specializzati GAP (Gioco d’azzardo patologico): Nuove aperture a Catanzaro, Cosenza, Crotone e Reggio Calabria

di

COMUNICATO STAMPA – Le strutture in via di inaugurazione fanno parte delle attività previste dal progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD...