In Principio e ora: è BIODIVERSITA’

di

In principio era tutto in uno… poi quell’esplosione o espansione che l’Universo racconta ancora con echi di radiazione cosmica e chissà cos’altro.

La Terra con tutto quello che contiene è una piccola parte di questo meraviglioso processo che stiamo ancora decifrando.

L’inizio della Vita!

Nel suo piccolo, la vita sul nostro Pianeta è iniziata a partire da una situazione di calore, di evaporazione … dal formarsi finalmente dell’acqua, dei composti inorganici e quindi organici. Insomma, un miracolo dietro l’altro fino ad oggi, circondati da una bellezza che ha infinite sfaccettature.

Ma perché tornare così indietro, anche se forse troppo velocemente, per parlare di Biodiversità?

Sono sotto gli occhi di tutti le differenze tra gli esseri viventi che ci circondano, anche se poi magari non riusciamo a cogliere l’importanza della coesistenza di tanta diversità. Ma se non si sottolinea la provenienza unica della vita, non si potrà mai riflettere sulla connessione e sull’interdipendenza tra il tutto.

La Biodiversità

Parlare di Biodiversità diventa, allora, parlare di parti diverse di un unico corpo nel quale tutte concorrono alla sua vita. Ogni parte diversa di questo unico corpo va quindi capita, rispettata, curata. C’è un’armonia nell’essere parte di questo unico corpo che noi dobbiamo assolutamente cercare.

Se viviamo con superficialità l’appartenenza a questa unicità, rischiamo di danneggiarne una parte. E di questo ce ne stiamo sempre più accorgendo.

Abbiamo trascurato gli effetti dei tanti sfruttamenti eccessivi. Quando a farci agire non è la logica del rispetto ma quella dell’interesse, ecco che siamo disposti a rompere questa armonia, a danneggiare e dunque a danneggiarci.

Ci dobbiamo, quindi, interrogare sul rapporto che abbiamo con quanto ci circonda. Dobbiamo sentire che quello che ci circonda è parte di noi, collegato a noi.

Non è far fare alla natura, perché noi facciamo appunto parte della natura, ma capire il posto che ogni cosa ha. Bisogna guardare al ruolo di ciascun essere vivente, dove il primo essere vivente è la Terra stessa. Bisogna ammirare la meraviglia di ogni essere, esaltandone l’unicità.

Unici, diversi, con compiti differenti per contribuire a mantenere questo miracoloso equilibrio di bellezza.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Per fare un fiore … ci vuole il seme!

di

Per Fare un Fiore…ci vuole il seme! Bene … oggi siamo arrivati al momento clou del nostro percorso! Sì,  perché per fare...

La Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo

di

La Giornata della Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo Le giornate celebrative su grandi tematiche si succedono a cadenza quasi...

Smart Working, il lavoro del presente… e del futuro!

di

Il #lavoro al tempo del #coronavirus Tra i tanti servizi offerti a Villa Fernandes c’è un intero piano totalmente dedicato ai giovani,...