Dignità, salute e sicurezza a lavoro!

di

Il 28 Aprile di ogni anno si celebra la Giornata Mondiale per la salute e la sicurezza sul lavoro.

Una giornata nata per promuovere tra i Governi, tra i datori di lavoro e tra i lavoratori stessi; un impegno attivo che garantisca un ambiente sicuro e salubre dei luoghi di lavoro, dando massima priorità al principio di prevenzione.

Istituita nel 2003 dall’ILO, Organizzazione Internazionale del Lavoro, è divenuta una campagna annuale internazionale per diffondere dunque un lavoro sicuro, sano e dignitoso.

Cos’è l’ILO?

L’Organizzazione Internazionale del Lavoro è l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di promuovere il lavoro dignitoso e produttivo in condizioni di libertà, uguaglianza, sicurezza e dignità umana per uomini e donne. E’ l’organismo internazionale responsabile dell’adozione e dell’attuazione delle norme internazionali sul lavoro. L’ILO si prefigge di assicurare che le norme del lavoro siano rispettate sia nei principi che nella pratica.

Qual’è lo scopo di questa manifestazione?

Essa ha lo scopo di focalizzare l’attenzione internazionale sull’importanza della prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro e delle malattie professionali. Si occupa anche della necessità di un impegno collettivo per la creazione e la promozione della cultura della sicurezza e della salute sul lavoro.

Anche l’Agenda 2030 sta lavorando a sostegno di questa importante tematica attraverso l’obiettivo 8. Questo obiettivo “promuove una crescita economica sostenuta, una occupazione piena e produttiva e un lavoro dignitoso per tutti.”

In particolare, l’obiettivo 8 presenta tra i suoi target il dover proteggere i diritti del lavoro e promuovere la sicurezza nei luoghi di lavoro per tutti i lavoratori, compresi i lavoratori migranti, in particolare le donne migranti, e quelli in lavoro precario.

E’ questo proprio uno degli aspetti che lega la giornata mondiale istituita dall’ILO con l’obiettivo dell’agenda 2030.

Ma la sicurezza sui luoghi di lavoro oggi viene rispettata?

Ogni giorno, nel mondo, 6.400 persone muoiono a causa di incidenti sul lavoro o di malattie professionali. Inoltre ogni giorno 860.000 persone sono vittime di infortuni sul lavoro.

Questi dati devono farci capire e comprendere quanto ancora c’è da fare per migliorare la sicurezza dei lavoratori e la loro salute. A tale scopo riveste particolare rilevanza l’applicazione dei diritti e delle norme fondamentali dell’ILO a livello nazionale. I gruppi di lavoratori maggiormente vulnerabili devono essere oggetto di un’attenzione particolare, al fine di garantire la protezione dei loro diritti e il miglioramento delle loro condizioni di lavoro.

Ambiente Solidale ONLUS  è impegnata con la sua mission sociale nella promozione e creazione di lavoro stabile. Nello specifico promuove la salvaguardia dell’ambiente e il sostegno ad iniziative di solidarietà, ponendo particolare attenzione all’integrazione lavorativa di persone “in difficoltà”, disagiate, altrimenti emarginate dal mondo del lavoro.

Da più di 10 anni la cooperativa continua a creare e a garantire opportunità di lavoro e di crescita professionale per i suoi più di 40 lavoratori e soci. Grazie anche a tante collaborazioni a livello locale e nazionale, si impegna e continuerà ad impegnarsi per uno sviluppo sostenibile. Nel rispetto delle esigenze dell’individuo, della società e dell’ambiente, e a diffondere una cultura della prevenzione che rispetti il diritto a un ambiente di lavoro sano e sicuro, che garantisca che datori di lavoro e lavoratori siano consapevoli dei propri diritti e delle proprie responsabilità.

Regioni

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK