Piano adolescenti all’Istituto Marcelline di Lecce

di

Ricordate il primo laboratorio partecipato “Piano Adolescenti” di qualche mese fa presso Masseria Tagliatelle? (ve lo avevamo raccontato qui)

Venerdì 4 ottobre l’abbiamo fatto di nuovo!

Abbiamo invitato la 5 AL del Liceo Marcelline di Lecce a prendere parte ai nostri laboratori e abbiamo immaginato, con 9 studenti, come dovrebbero essere gli spazi culturali della loro città ideale.

Durante la fase di tavoli di lavoro abbiamo ascoltato i bisogni e le esigenze dei ragazzi che, armati di cartelloni, post it e pennarelli colorati, hanno costruito 3 idee progettuali sulla fruizione di musei, biblioteche e spazi verdi all’aperto nella loro città ideale. Il dibattito con i giovani permette di effettuare un’ampia esplorazione dei luoghi, delle abitudini e delle esigenze degli adolescenti e ci da la possibilità di immaginare la città a misura di teenager.

– il museo che Jasmine, Pierandrea e Simone vorrebbero:

Feel the culture – esperienza di realtà aumentata nel museo: Feel the culture è un’idea hi-tech per ringiovanire i musei della nostra città, per rendere l’esperienza culturale più innovativa grazie all’aiuto della realtà aumentata.

Feel the culture permette un’immersione al 100% nelle opere più significative della collezione museale, innovando l’esperienza con la tecnologia, grazie all’utilizzo di visori 3D per scoprire l’opera e il suo contesto storico e ambientale.

Il visitatore, durante l’esperienza immersiva, avrà l’opportunità di scoprire alcuni enigmi presenti nelle opere che, se risolti, consentiranno l’accesso a premi speciali.

image

– la biblioteca che Chiara, Francesca e Maria Grazia vorrebbero:

Bibliosound – la biblioteca rumorosa: Bibliosound è una biblioteca “rumorosa” per ragazzi, nella quale si legge, ci si diverte tra voci, suoni e luci.

Bibliosound offre grandi spazi luminosi, luoghi di incontro e ristoro dove si possono svolgere diverse attività innovative come: consultare riviste internazionali di attualità, ascoltare musica e suonare alcuni degli strumenti musicali messi a disposizione dei ragazzi in apposite aree relax; ascoltare e studiare testi musicali, organizzare eventi con artisti, rapper e influencers per attrarre un pubblico giovanile, leggere e consultare fumetti, organizzare incontri di cosplay e comics, infine ci saranno anche corsi di illustrazione, grafica e testi.

Bibliosound è gestita tramite un sito che permette l’aggiornamento della disponibilità dei testi, la programmazione di eventi e servizi e il suggerimento di libri ed eventi in base alle proprie preferenze.

image

– lo spazio pubblico all’aperto che Caterina, Federica e Marco vorrebbero:

Sharing food & green: Il parco tematico è incentrato su:

CULTURA INTERNAZIONALE DEL CIBO: creare integrazione, condivisione e trasferimento di conoscenze della cultura mondiale. Nel parco saranno presenti chioschetti street-food internazionali, QR code o cartelli esplicativi che raccontano ricette e provenienze, negozi di prodotti tipici, rassegne di musica internazionale legate a festività di tutto il mondo.

AMBIENTE: il parco è attento all’eco-sostenibilità ambientale ed è ricco di vegetazione che tende a preservare le specie. Verranno messi a disposizione dei mezzi eco-sostenibili per raggiungerlo  facilmente da tutti i punti della città, ad esempio biciclette, monopattini o pattini ecc. Uno dei nostri obiettivi è quello di educare alla pulizia dell’ambiente, con distruttori di rifiuti che daranno in cambio come premio dei codici sconto per cibo e prodotti. Ci saranno poi percorsi personalizzati per sportivi, animali e area eventi notturni in una serra naturale con musiche provenienti dai suoni della natura.

image

Le 3 proposte dei gruppi di lavoro sono state inserite sulla piattaforma e-democracy, nell’ambito del progetto Polis2020, per essere condivise.

image

A seguito dell’inserimento, ciascun rappresentante di ogni tavolo ha esposto le proprie idee in plenaria avendo a disposizione circa 1-2 minuti.

image
image

Ogni ragazzo, attraverso il proprio profilo precedentemente registrato sulla piattaforma, ha letto tutte le idee presenti relative al Piano (sia quelle emerse nel corso della giornata sia quelle precedentemente inserite da altri studenti durante i laboratori di progettazione partecipata), ha votato la sua preferita e ha commentato le idee più interessanti.

image

L’adozione di un manifesto cultura può avere delle ricadute strategiche di sviluppo dei luoghi, chiamando le istituzioni culturali a dotarsi di progettualità e strumenti volti alla valorizzazione e promozione dell’identità di un territorio in modo più innovativo, stimolando la crescita, l’occupazione, la competitività, la coesione sociale e territoriale.

Il futuro è dei ragazzi!

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Il tango di Tito” – Rassegna Creativa 2021

di

Da aprile fino ad ottobre 2021 si terrà la prima grande rassegna dedicata al celebre tenore leccese Tito Schipa: partendo dai tanghi...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK