MONITORAGGIO UCCELLI: L’AQUILA REALE DAL MATESE

di

I rilievi ornitici sono iniziati già nel mese di febbraio 2019 e fin dalla prima uscita il massiccio del Taburno-Camposauro ha rilevato la presenza, molto interessante, di un buon numero di specie ed in particolare di uccelli rapaci.

Proprio durante la prima uscita in campo si palesò un’Aquila reale, probabilmente proveniente dal vicino Matese.

Le pareti rocciose e i pianori carsici sono di grande rilevanza faunistica per la presenza di specie peculiari e la possibilità di nidi di rapaci e corvi imperiali.

Gli ornitologi controllano anche gli abbeveratoi che mostrano la presenza di anfibi come il Tritone italico ed il Rospo comune.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

CONCLUSO IL CORSO DI FORMAZIONE DI VIGILANZA ZOOFILA ED AMBIENTALE

di

Formazione guardie ambientali per attività di informazione, sensibilizzazione, vigilanza e controllo.

“TABURNO EDUCA SCUOLE”: PROSEGUONO CON ENTUSIAMO GLI INCONTRI IN CLASSE.

di

A seguito della ripartenza dell’azione “Taburno Educa Scuole” del progetto “Sve(g)liamo la Dormiente”, proseguono a spron battuto gli incontri in classe con...

SABATO 28 MAGGIO L’ULTIMO APPUNTAMENTO DEL CORSO RACCOLTA PIANTE IN AMBIENTI FORESTALI

di

🥬Valorizzazione dei prodotti del bosco Sabato 28 maggio a partire dalle ore 09:00 è in programma l’ultimo appuntamento dedicato alla pratica sulla...