MONITORAGGIO UCCELLI: L’AQUILA REALE DAL MATESE

di

I rilievi ornitici sono iniziati già nel mese di febbraio 2019 e fin dalla prima uscita il massiccio del Taburno-Camposauro ha rilevato la presenza, molto interessante, di un buon numero di specie ed in particolare di uccelli rapaci.

Proprio durante la prima uscita in campo si palesò un’Aquila reale, probabilmente proveniente dal vicino Matese.

Le pareti rocciose e i pianori carsici sono di grande rilevanza faunistica per la presenza di specie peculiari e la possibilità di nidi di rapaci e corvi imperiali.

Gli ornitologi controllano anche gli abbeveratoi che mostrano la presenza di anfibi come il Tritone italico ed il Rospo comune.

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

FLORA E VEGETAZIONE DEL TABURNO-CAMPOSAURO

di

Una pubblicazione per svelare la flora e la vegetazione del Parco Regionale del Taburno-Camposauro.

🍄 Formazione e valorizzazione prodotti non legnosi

di

Al via un ciclo di lezioni pratiche sui prodotti fungini e vegetali non legnosi del sottobosco nell'ambito del progetto Sve(g)liamo la Dormiente.

CAMMINARE E SVELARE LA DORMIENTE: ESCURSIONE DA SOLOPACA A MADONNA DEL ROSETO

di

ESCURSIONE GRUPPO DEL CAMPOSAURO DA SOLOPACA ALLA MADONNA DEL ROSETO DOMENICA 16 GENNAIO 2022, RITROVO H 08:30 PRESSO L’INCROCIO VIA ROSETO-SP21 È...