Schára, una garanzia tra fede e impegno nella protezione civile

di

L’Organizzazione di volontariato Schára è stata costituita il 29 gennaio 2014 da cinque giovani menti provenienti dalla parrocchia di San Lorenzo, a Bisceglie, dove tutt’oggi l’associazione ha sede. Oggi conta oltre 40 soci. Schára nasce per essere un luogo d’incontro, di aggregazione, di interessi culturali e volontariato. Assolve alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, svolgendo attività di sensibilizzazione e animazione nella comunità in cui opera, attivando così iniziative socio-culturali come il Presepe vivente e la Passione vivente, che hanno lo scopo di creare vincoli di fraternità e collaborazione tra i partecipanti ed i visitatori.

L’associazione è anche fondatrice del Palio della Quercia, ovvero una gara a staffetta le cui squadre corrispondono ai quartieri della città di Bisceglie. La squadra vincitrice porta il quadro dei Santi Patroni sull’isolotto al porto, come da tradizione. Infatti, l’evento si svolge il venerdì prima della festa patronale ed è ormai tradizione che sia proprio la gara ad aprire il grande evento. «Nell’ultima edizione abbiamo dato vita al FantaPalio, simile al famoso FantaSanremo, una sorta di competizione online in cui i partecipanti devono creare una lega formata da alcune delle squadre partecipanti e sperare di ottenere quanti più bonus possibili, evitando i terrificanti malus. Ora la nostra macchina organizzativa è già all’opera per la settima edizione che si terrà il prossimo 4 agosto», spiega il presidente Alessandro Valente.

Nel marzo 2020, a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19, il Comune di Bisceglie ha voluto coinvolgere le associazioni sul territorio per poter allestire una piattaforma in cui venissero raccolte donazioni e ri-distribuite alle famiglie svantaggiate. Successivamente la collaborazione si è estesa aiutando la Caritas cittadina, facendo servizio d’ordine presso gli Hub vaccinali, entrando così a far parte dell’Albo delle associazioni di Protezione civile e iniziando una nuovissima e inaspettata esperienza che ci vede ancora oggi coinvolti nel pattugliamento antincendio boschivo ogni estate.

Dopo gli anni di fermo dovuti alla pandemia, abbiamo regolarmente ripreso i nostri eventi. Nel 2021 il Presepe vivente, in stile settecentesco napoletano, si è svolto nel giardino botanico “Veneziani” di Bisceglie, con ingressi contingentati e limitati, per poi ritornare nel centro storico nel 2022. Nel 2023 è ritornata, invece, la Passio Christi che ha visto un numero di visitatori mai raggiunto prima. Abbiamo anche cercato, negli ultimi anni, di far crescere la nostra visibilità sui social, aprendo con la pagina Facebook già esistente anche i profili Instagram e TikTok, per poterci affacciare ad un nuovo tipo di pubblico.

Siamo felici di poter proseguire la nostra storia con il nostro spirito e la passione che ci contraddistinguono. Speriamo di poter continuare a crescere nel nostro piccolo e di far conoscere i nostri bellissimi eventi. Ovviamente, cari lettori, per ulteriori informazioni e curiosità vi chiediamo di restare aggiornati sulle nostre pagine social. Noi promettiamo, nonostante le nostre svariate attività, di restare fermi su quelli che erano i principi e gli obiettivi da perseguire alla nascita dell’associazione e soprattutto di guardare tutto e lasciarci ispirare dalla chiave cristiana che ci ha fatti incontrare nel nostro percorso di vita, ci fa crescere spiritualmente e ci mette sulla strada sempre nuove sfide e soprattutto delle persone meravigliose.

Articolo di Luigi Alfonso, con la collaborazione di Elisabetta Capurso

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Una famiglia in più”, 25 anni dalla parte dei bambini e delle famiglie

di

Un anniversario significativo, quello che l’associazione “Una famiglia in più” sta festeggiando nel 2022: 25 anni al servizio di bambini e famiglie,...

Fratres Canosa, spendersi per gli altri con la donazione del sangue

di

Il Gruppo Fratres San Giovanni, su sollecitazione della Caritas parrocchiale e del parroco Don Sabino Lambo della parrocchia di San Giovanni Battista,...

Delfino Blu, quando l’ozio si trasforma in creatività

di

Quattordici anni tra creatività e ozio. In questa espressione possiamo dire che si racchiude buona parte dell’esperienza di questi anni di servizio...