Spazio Acrobazie su Domus

di

“Umanizzare gli spazi del carcere”, questo il titolo dell’articolo appena uscito su Domus di dicembre, firmato da Elena Sommariva che ben restituisce gli obiettivi e i desideri di Spazio Acrobazie, a cura di Elisa Fulco e Antonio Leone.

Un progetto, cresciuto nel tempo, in cui la risemantizzazione dei luoghi e delle relazioni resta centrale, e che coinvolge oltre al carcere Ucciardone di Palermo, il carcere Minorile e l’Esecuzione penale esterna di Palermo, grazie al sostegno di Fondazione CON IL SUD e Fondazione Sicilia, al direttore Fabio Prestopino, alla direttrice del Minorile Clara Pangaro e dell’UEPE, Anna Internicola, e agli artisti che mettono la loro creatività a servizio del progetto.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Spazio Acrobazie al carcere minorile di Palermo

di

Riqualificare spazi e relazioni partendo dal progettare insieme un pallone, scegliendo forme e colori con cui rivestirlo. Un lavoro di squadra suggerito...

L’iconografia dei soldi di Flavio Favelli per i detenuti in esecuzione penale esterna

di

L’iconografia dei soldi e il legame con l’arte. Due workshop con l’artista Flavio Favelli, il primo e il tre dicembre, destinati ai...

“Esco all’aperto”. Il cinema per i ragazzi del carcere minorile di Palermo

di

Si apre con la proiezione dell’ultimo film di Pif “E noi come stronzi restammo a guardare”, con la partecipazione del regista palermitano,...