Il modulo abitabile di Flavio Favelli per l’Ucciardone

di

Che cosa hanno in comune una nave da guerra inglese e un intervento artistico per l’area verde del carcere Ucciardone di Palermo? Il motivo è un disegno optical con cui la marina militare nella prima guerra mondiale ha rivestito le imbarcazioni per confondere i sommergibili.
L’idea di rivestire con questo disegno un container, o più container, nasce dall’artista Flavio Favelli che sta collaborando con “Spazio Acrobazie. Laboratorio produttivo e di riqualificazione attraverso la mediazione artistica”, a cura di Elisa Fulco e Antonio Leone, per realizzare una pensilina con sedute dove incontrare i familiari anche in caso di pioggia.
Con le righe bianche e nere dipingeremo l’esterno di questi moduli abitativi, scegliendo insieme con che disegno personalizzare l’interno e gli arredi,  insieme al gruppo misto del carcere (persone detenute, operatori socio sanitari, studenti)
Per adesso il tema vincente è il “giardinetto”. Un gelato siciliano, dai colori verde, bianco e fragola. Sarà l’estate e il bel tempo a suggerire il motivo?

Regioni

Ti potrebbe interessare

Un wallapainting per l’area verde dell’Ucciardone

di

Si è ufficialmente inaugurato il 9 maggio, nell’area verde della Casa di Reclusione Calogero di Bona – Ucciardone di Palermo, OUT OF STOCK, il wall painting dell’artista Paolo Gonzato realizzato...

L’installazione di Loredana Longo al carcere Ucciardone

di

Sabato 8 ottobre, in occasione della Diciottesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, sarà possibile...

Cento palloni per quattro associazioni

di

Il 10 gennaio a Palazzo Branciforte, la Fondazione Sicilia ha donato 100 palloni a quattro associazioni palermitane che si occupano di infanzia...