Pollino Future: tutto pronto per l’installazione delle telecamere a infrarossi per la rilevazione precoce degli incendi

di

Nonostante gli inevitabili rallentamenti e le difficoltà legate alla situazione emergenziale, in questi giorni stiamo testando, nel versante lucano del Parco Nazionale del Pollino, gli avamposti utili per l’installazione delle termocamere che contribuiranno, all’interno del nostro sistema integrato, all’avvistamento degli incendi boschivi.

L’Università degli Studi della Calabria, uno dei nostri partner scientifici, ha sviluppato un modello finalizzato alla realizzazione di un sistema di preannuncio per la previsione degli effetti indotti dalla propagazione del fuoco, rilevato attraverso una rete di telecamere ottiche e infrarossi, posizionate in punti strategici del Parco.

Queste attività, che rappresentano la parte più “tecnica” del progetto Pollino Future, quella che coinvolge maggiormente gli “addetti ai lavori”, contribuiscono al raggiungimento dell’obiettivo generale, ossia realizzare uno strumento, tecnologicamente avanzato ed altamente integrato, per la valutazione dinamica del pericolo di incendio.

Il sistema di preannuncio, nella sua totalità, mette insieme una serie di procedure volte a determinare una catena operativa attraverso cui, proprio partendo dall’acquisizione diretta attraverso queste telecamere ad alta sensibilità e all’archiviazione in appositi database dei dati idrometeorologici provenienti da stazioni di monitoraggio installate ad hoc, si perviene alla valutazione dinamica del pericolo di incendio in un’area campione, quella coperta da monitoraggio video e meteo-climatico.

L’approccio utilizzato si basa sulla stima all’interno dell’area campione di indici idonei a valutare e prevedere il comportamento del fuoco in base al combustibile presente, attraverso i quali verrà elaborato un modello di propagazione degli incendi, diffuso su mappe che consentiranno di visualizzare l’avanzamento nel tempo del fronte del fuoco, per intervenire in maniera strategica, mirata e tempestiva. La rapidità è infatti fondamentale negli interventi di disinnesco degli incendi, per evitarne la propagazione, che spesso ha conseguenze disastrose sulla flora e sulla fauna del territorio del Parco.

Mettendo in comunicazione all’interno di un’unica complessa filiera operativa diverse componenti elementari, il sistema di preannuncio risulta molto più rapido ed efficace proprio grazie all’integrazione di metodologie e tecnologie avanzate.

Unire competenze e saperi per la tutela dell’ambiente: è questo il punto di forza di Pollino Future!

Gallery

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Pollino Future: online l’evento conclusivo del progetto. L’importanza della rete e le prospettive future

di

Si è tenuto lo scorso 19 ottobre, in streaming su Zoom e diretta Facebook, l’evento conclusivo del progetto “Pollino Future”, sostenuto da...

Pollino Future: un premio per l’innovazione e la sensibilizzazione delle comunità

di

Un riconoscimento per “l’attività fortemente innovativa, ma anche per la sensibilizzazione delle comunità attraverso la partecipazione attiva e l’educazione al rispetto dei...

La Community di #PollinoFuture: comunicazione e sensibilizzazione ambientale attraverso i social network

di

  Accanto al tema dell’INNOVAZIONE TECNOLOGICA, per una gestione più efficace dell’emergenza incendi nell’area del Parco Nazionale del Pollino, il progetto Pollino...