“OLTRE LE BARRIERE” A LEZIONE CON LA CROCE ROSSA ITALIANA

di

Cosa fare davanti ad un bambino che sta soffocando? Quali sono le giuste manovre di primo soccorso da mettere in atto? Come si fa la celebre Manovra di Heimlich? Quali sono le regole di un sonno sicuro di un lattante? E cosa è la supervisione attiva nei confronti dei bambini?

Queste ed altre domande sono state al centro del “Corso informativo e di diffusione Manovre di disostruzione delle vie aeree in età adulta e pediatrica” organizzato nell’ambito di “Oltre le Barriere” , progetto di contrasto alle povertà sanitarie attuato dalla Cooperativa sociale L’Opera di un Altro con il sostegno di Fondazione con il Sud.

L’incontro, svoltosi sabato 25 novembre nell’auditorium comunale di Sala Consilina, ha visto i saluti del sindaco Francesco Cavallone e di Don Vincenzo Federico della Cooperativa L’Opera di un Altro. Saluti che sono stati caratterizzati dal ricordare in primis la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne e che ha visto tutti i partecipanti appuntare agli abiti un fiocchetto rosso.

 

Ad aprire la lezione Eleonora Manzo, referente della Formazione della Croce Rossa Italiana, Comitato di Salerno « Molte volte si ha una reazione di panico davanti ad una persona che sta soffocando perché non si sa che cosa fare. È importante conoscere in queste situazioni le giuste manovre da praticare sia con gli adulti, sia con i bambini che con i lattanti».

L’incontro ha visto la partecipazione di circa 60 persone, tra cui molte educatrici degli asili nido del Vallo di Diano gestiti dalle Cooperative sociali Il Sentiero e Tertium Millennium.

« Siamo molto soddisfatti di come la tematica della distruzione delle vie aeree abbia avuto così tanto interesse- dice Domenico D’Amato Presidente della Cooperativa L’Opera di un Altro- e ringraziamo il Comitato di Salerno della Croce Rossa Italiana per aver accolto il nostro invito. È stato un incontro di grande importanza che ci ha richiamati al dovere di proteggere la vita delle persone» I corsisti, dopo una parte teorica, sono stati coinvolti nella dimostrazione pratica delle manovre di disostruzione delle vie aeree.

 

Continuano intanto le azioni del progetto “Oltre le Barriere” , dalla Raccolta Farmaco in 17 Farmacie dell’Ambito S10 alle visite specialistiche dell’Ambulatorio solidale a Sant’Arsenio, dalle cure domiciliari al trasporto solidale.

«Da gennaio riprenderemo gli incontri di prevenzione- conclude il presidente D’Amato- e nell’ottica di una presenza capillare sul territorio cercheremo in sinergia con gli enti locali di organizzare in altri comuni dei momenti di approfondimento su tematiche sociosanitarie».

 

 

Stefania Marino

Responsabile Comunicazione Progetto “Oltre le Barriere”

Regioni

Ti potrebbe interessare

Un Numero Verde per la “presa in carico” «Così aiutiamo le persone fragili»

di

Il Progetto “Oltre le barriere” continua le sue innumerevoli attività sul territorio dell’Ambito S10 in provincia di Salerno: dall’ambulatorio solidale alla raccolta...

Incontri di Prevenzione: IL DIABETE E LE SUE COMPLICANZE

di

Continuano gli incontri di prevenzione del progetto socio-sanitario “Oltre le Barriere” sostenuto da Fondazione con il Sud ed attuato dalla Cooperativa sociale...

La Raccolta Farmaco per il Progetto “Oltre le Barriere” :Coinvolte numerose farmacie del Vallo di Diano

di

“Oltre le Barriere” progetto promosso dalla Cooperativa sociale “L’Opera di un Altro” e sostenuto da Fondazione con il Sud mette in campo...