Un Numero Verde per la “presa in carico” «Così aiutiamo le persone fragili»

di

Il Progetto “Oltre le barriere” continua le sue innumerevoli attività sul territorio dell’Ambito S10 in provincia di Salerno: dall’ambulatorio solidale alla raccolta farmaci, dalle cure domiciliari agli incontri di sensibilizzazione e prevenzione.

In Località San Vito presso la sede di progetto – struttura messa a disposizione dal Comune di Sant’Arsenio-  incontriamo la Dott.ssa Tina Pepe Assistente sociale dello Sportello socio- sanitario.

Ambulatorio Solidale Comune di Sant’Arsenio (SA)

«Oltre le Barriere è un progetto di primaria importanza perché per la prima volta si rivolge a persone fragili che hanno delle esigenze sanitarie. È rivolto soprattutto a persone che non sono in grado di far fronte a determinati bisogni e tramite le azioni del Progetto trovano delle risposte».

Tra le azioni del progetto promosso dalla Cooperativa sociale L’Opera di un Altro e da una rete di partner ( Cooperative sociali Tertium Millennium e Il Sentiero, Asl di Salerno, Consorzio sociale Vallo di Diano Tanagro e Alburni) c’è l’ambulatorio solidale che prevede la possibilità di effettuare delle visite mediche gratuite grazie al sostegno e alla collaborazione di una rete di professionisti del territorio.

Chiediamo alla Dottoressa Pepe quali sono le modalità di accesso all’Ambulatorio solidale.  «All’ambulatorio si accede attraverso lo sportello socio-sanitario che è un punto di ascolto e di orientamento e dove si fa una prima lettura di quelli che sono i bisogni delle persone. Qui indirizziamo poi le persone verso i servizi sociosanitari del territorio e verso le attività del progetto Oltre le Barriere»

Dott.ssa Tina Pepe Assistente sociale dello Sportello socio- sanitario

In che modo vengono intercettate le persone? «Abbiamo distribuito una brochure dedicata nei punti strategici del territorio, consegnandola presso i Comuni, le farmacie, i luoghi come gli ambulatori dei medici di medicina generale. Abbiamo un numero verde che è l’800 134 010  attivo il martedì e il venerdì dalle 9 alle 13, giorni di apertura dello sportello. Alcune persone arrivano su segnalazione dei servizi territoriali »

Come avviene la presa in carico? «Al numero verde rispondo io. Faccio delle prime domande di conoscenza. Viene fissato un appuntamento e viene fatta la compilazione della scheda. Capita che da un colloquio emergano svariati altri bisogni . A quel punto si attiva un sistema di rete con i servizi sociali, con il banco alimentare e con tutte le risorse che il territorio offre. »

Oltre le Barriere ha ricevuto anche diverse richieste di trasporto. «Il trasporto solidale è un servizio molto richiesto. Sempre più persone sono da sole e non sono automunite quindi hanno difficoltà a raggiungere le strutture sanitarie. Garantiamo il servizio di accompagnamento».

Dall’avvio di Oltre le Barriere ad oggi quante persone sono state prese in carico?« Più di 100 sicuramente e posso dire che le persone sono soddisfatte perché si danno risposte concrete »

Regioni

Ti potrebbe interessare

Incontri di Prevenzione: IL DIABETE E LE SUE COMPLICANZE

di

Continuano gli incontri di prevenzione del progetto socio-sanitario “Oltre le Barriere” sostenuto da Fondazione con il Sud ed attuato dalla Cooperativa sociale...

“Oltre le Barriere” apre le porte dell’Ambulatorio Solidale a Sant’Arsenio Visite Mediche Gratuite per le Fasce Deboli della Popolazione

di

Il progetto “Oltre le Barriere” promosso dalla Cooperativa sociale “L’Opera di un Altro” e sostenuto da Fondazione con il Sud con il...

Progetto “Oltre le Barriere”: Aumentano le Richieste di Trasporto Solidale

di

Visite mediche gratuite specialistiche e trasporti solidali: sono queste alcune delle azioni di “Oltre le Barriere” progetto di contrasto alle povertà sanitarie...