START: Al via la prima fase del progetto “Mai più dentro”

di

"Mai Più Dentro"

“Mai più dentro” – Progetto di inserimento socio-lavorativo di pazienti
psichiatrici detenuti

“Mai più dentro” è finalizzato alla formazione ed inclusione lavorativa di n. 10 pazienti psichiatrici autori di reato, attraverso una formazione teorico/pratica nei laboratori posti in essere dalla Cooperativa Litografi Vesuviani e le cooperative partner,

al fine di prevenire la recidiva soprattutto penale, ma anche l’aggravamento della malattia stessa.

I soggetti destinatari sono autori di reato con disagio psichico, in detenzione a regime ordinario, o in regime alternativo alla detenzione,

residenti nel territorio afferenti le strutture penitenziarie di Napoli Poggioreale e di Napoli Secondigliano, e del DSM della Napoli 3 sud.

Il progetto è iniziato con l’individuazione dei destinatari, che sta avvenendo in équipe multidisciplinare formata da Educatori  delle carceri coinvolte, Educatori del UEPE del territorio, dai sanitari del DSM dell’ ASL coinvolta.

Sono già stati definiti i criteri specifici in vari incontri con i partner del progetto.

I criteri di selezione definiti nella fase progettuale dalla partnership sono i seguenti:

Pazienti in età lavorativa preferibilmente entro i 40 anni di età, con reati legati presumibilmente a problematiche legate alla patologia psichiatrica con conservata capacità residuale.

La fase della selezione e individuazione dei destinatari è fondamentale per la buona riuscita di tutto il progetto.

Per ridurre il più possibile il rischio di insuccesso di un singolo inserimento lavorativo, è auspicabile lavorare con soggetti che sono già seguiti in un percorso riabilitativo, quindi il ruolo degli Educatori Penitenziari e dei sanitari che seguono i pazienti in carcere o in misure alternative diventa il pilastro dell’intero impianto progettuale.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK