I 9 vincitori di “Coopstartup rigeneriamo comunità”

di

È giunto a conclusione il bando lanciato a giugno 2019 da Legacoop e Coopfond, in partnership con Banca Etica, Fondazione Finanza Etica e Produzioni del Basso – diretto a cooperative in fase d’avvio e neo-costituite operanti in piccoli comuni, aree interne e aree urbane degradate. La premiazione il 23 dicembre con un evento online

Favorire la creazione e il consolidamento di cooperative di comunità nei piccoli comuni, nelle aree interne e nelle aree urbane degradate, questo l’obiettivo di di Coopstartup Rigeneriamo Comunità, un’iniziativa promossa da Legacoop e Coopfond, in partnership con Banca Etica, Fondazione Finanza Etica e Produzioni del Basso che premia 9 progetti. Al centro delle attività delle nove realtà vincitrici ci sono: animazione e rigenerazione urbana, valorizzazione di produzioni locali sostenibili, promozione del turismo ambientale e culturale, recupero e riqualificazione di immobili abbandonati per attività culturali e sociali.

Il Bando Coopstartup Rigeneriamo Comunità – lanciato il 4 giugno 2019 per dare una risposta concreta allo spopolamento dei luoghi e al degrado degli spazi, favorendo la cooperazione e il coinvolgimento delle comunità – è rimasto aperto fino al 31 agosto dello scorso anno. Hanno partecipato 144 gruppi, comprese alcune neo cooperative. La prima fase si è conclusa a novembre 2019 con la selezione di 25 progetti, i cui promotori hanno partecipato ad un articolato programma di formazione, tutoraggio e accompagnamento, che ha portato alla redazione dei business plan e alla preparazione delle campagne di crowdfunding.

La fase del crowdfunding (tra giugno e novembre 2020), con un periodo di apertura delle campagne di massimo 60 giorni, ha coinvolto 16 progetti. L’esito delle campagne, unitamente alla valutazione dei piani d’impresa, ha portato alla selezione di 9 progetti, 7 dei quali, dopo la costituzione in cooperativa, riceveranno da Coopfond, oltre a quanto raccolto da ciascuno tramite il crowdfunding, i premi ordinari previsti dal bando (raddoppio di quanto raccolto con il crowdfunding, fino a un massimo di 10mila euro a fondo perduto). Saranno inoltre assegnati 2 premi speciali di importo minore (raddoppio di quanto raccolto con il crowdfunding, fino a un massimo 5mila euro a fondo perduto), istituiti da Coopfond dopo la selezione, per includere tra i premiati due gruppi particolarmente meritevoli per sostenibilità economica del progetto e/o capacità di coinvolgimento dei donatori.

Per promuovere la partecipazione al bando e l’opportunità di agire nella e per la propria comunità, Legacoop e Coopfond hanno coinvolto nel progetto, oltre a Banca Etica, Fondazione Finanza Etica e Produzioni del Basso, numerosi partner – Arci, Assoprovider, Borghi Autentici d’Italia, Consorzio Sale Della Terra, Cooperare con Libera Terra, CittadinanzAttiva, Fon.Coop, Fondazione Futurae, Fondazione Noi Legacoop Toscana, Labgov; Legambiente, Rete Piccoli Comuni del Welcome, Slow Food Italia. Inoltre, nell’estate del 2019 sono stati organizzati 22 incontri in tutta Italia, ai quali hanno partecipato, complessivamente, circa un migliaio di persone. Il programma di formazione e accompagnamento ha visto promotori e partner impegnati in un’intensa relazione con i progettisti e con la vasta rete di collaboratori, interni ed esterni al sistema Legacoop.

Nell’esprime i suoi complimenti e l’augurio di buon lavoro ai promotori dei progetti vincitori Mauro Lusetti, presidente di Legacoop sottolinea: «Insieme con tutte le altre persone coinvolte nelle diverse fasi di questa iniziativa, rappresentano una bella testimonianza che nel nostro Paese esistono energie, creatività, voglia di partecipazione che meritano di essere promosse e sostenute. Questa disponibilità ad impegnarsi per costruire nuove opportunità di sviluppo sostenibile e inclusivo per le proprie comunità è un valore davvero importante, un esempio per tutti soprattutto in una fase difficile come quella attuale».

La premiazione dei progetti vincitori avverrà il 23 dicembre alle ore 16 in un evento online in diretta Facebook sulla pagina di Coopstartup.
Parteciperanno, oltre ai rappresentanti dei progetti, il presidente di Legacoop, Mauro Lusetti, il Direttore Generale di Coopfond, Simone Gamberini, la presidente di Banca Etica, Anna Fasano, il Fondatore di Produzioni dal Basso, Angelo Rindone e il direttore di Legacoop, Giancarlo Ferrari.

I 7 progetti che si sono aggiudicati i premi ordinari

Centro Internazionale di Quartiere (Lombardia)
MeravigliamoCIQ Coltiviamo idee nel Giardino delle Meraviglie
Un Centro Internazionale di Quartiere che anima e contribuisce a rigenerare il quartiere Corvetto di Milano, uno dei più complessi della città, attraverso il coinvolgimento attivo della sua comunità in proposte interculturali con la realizzazione di eventi, manifestazioni culturali, artistiche, corsi di formazione e convegni, conferenze. – Crowdfunding: € 11.225– Premio: € 10.000

Cooperativa di Comunità ILEX (Campania)
Un ecovillaggio nella villa comunale di Pietrelcina Aiutaci a coronare il nostro sogno!
Riqualificazione della Villa Comunale di Pietrelcina (BN) e realizzazione di un Ecovillaggio, basato sulla sostenibilità ambientale e relazionale: oltre alla gestione quotidiana della villa, attraverso la riapertura del chiosco e alla sistemazione dell’area giochi, si vogliono realizzare strutture ecocompatibili che possano offrire la possibilità di pernottare a stretto contatto con la natura e realizzare un’oasi verde per la comunità nel centro cittadino. – Crowdfunding: € 10.200– Premio: € 10.000

Cooperativa di Comunità I live in Vaccarizzo (Calabria)
La Putiga della ripartenza
Supportare la nascita di nuove attività produttive, riqualificare l’ex edificio scolastico e mettere in rete immobili e terreni privati abbandonati, per il ripopolamento e la promozione turistica del borgo di Vaccarizzo di Montalto Uffugo (CS), a partire da una “bottega” comunitaria che possa valorizzare le produzioni sostenibili e a filiera corta. – Crowdfunding: € 3.320– Premio: € 6.640

Cooperativa di Comunità di Torrano (Toscana)
Una Cucina pronta e a norma
Progetto per rilanciare la frazione di Torrano (MS) tramite elementi di richiamo per un turismo ambientale e culturale riscoprendo la gastronomia locale, a partire da una piccola attività economica di cucina che possa fare da traino poi ad altre iniziative collettive come il recupero di terreni e produzioni a km0, la valorizzazione di colture e gastronomia locale, prodotti del bosco e recupero di castagneti abbandonati. –Crowdfunding: € 10.005– Premio: € 10.000

Fermenti Liberi Cooperativa di Comunità (Molise)
Cucina Nomade – Fermenti Liberi e la cucina che non c’è
Costruire e promuovere una rete di produttori locali nel molisano – artigiani, giovani contadini e operatori culturali – che condividano i principi della sostenibilità ambientale e quelli economico-sociali orientati all’inclusione e all’integrazione, a partire dal progetto di una cucina nomade. – Crowdfunding: € 9.035 – Premio: € 10.000

UhMà #genitorinmovimento (Lombardia)
Esperienze in una yurta!
Progetto di Cooperativa di Comunità nel contesto urbano di Milano, volto ad animare il quartiere Navigli/San Gottardo costruendo un community hub per le famiglie, un luogo fisico, non più virtuale, in cui raccogliere le idee e le proposte dei genitori, dal baby sitting condiviso agli swap solidali e alla banca del tempo; a partire da alcune iniziative: installazione di una tenda Yurta in un parco del quartiere e sviluppo di una caffetteria e spazio servizi. – Crowdfunding: € 7.791 – Premio: € 10.000

Verdemare (Liguria)
VERDEMARE: pane e olio per La Serra
Progetto costituito allo scopo di sviluppare l’economia sociale del promontorio del Monte Caprione (inserito nel Parco Naturale Montemarcello Magra Vara) con riferimento anche al Golfo di La Spezia e al comune di Lerici ove avrà sede l’iniziativa: si propone di intervenire nel settore agricolo, turistico, commerciale e dell’efficientamento energetico, valorizzando le produzioni locali. –Crowdfunding: € 13.235– Premio: € 10.000

I 2 progetti che hanno ottenuto i premi speciali

Cooperativa di comunità Meraviglia (Lazio)
Officina Meraviglia- Diamo vita ad un nuovo cinemateatro a Vetralla!
La missione a lungo termine dell’Officina Meraviglia sarà quella di recuperare un cinema-teatro risalente agli anni Trenta, a Vetralla, ora in stato di abbandono, facendone un presidio culturale e sociale, dove coniugare spettacoli teatrali, concerti di musica jazz e folk e servizi di enogastronomia sostenibile. Questo come primo motore di un rilancio che rivitalizzi il ruolo e il volto di questa città. – Crowdfunding: € 10.185– Premio: € 5.000

Germinale cooperativa agricola di comunità (Piemonte)
Germina e pur si muove!
Rilancio e sviluppo delle attività di una cooperativa agricola di comunità, nella Valle Stura in provincia di Cuneo; con l’acquisto di un mezzo che faciliti il trasporto e le consegne nel territorio impervio, mantenere ed accrescere la biodiversità del territorio con il recupero di terreni e castagneti incolti, pratiche di agriecologia e produzioni sostenibili per un consumo locale, favorendo occupazione e presidio di un territorio fragile ed in abbandono. – Crowdfunding: € 5.400– Premio: € 5.000

In apertura immagine da Pixabay

LEGGI L’ARTICOLO SU VITA.IT

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Adesso siamo noi il modello”

di

<Le crisi rovesciate> Retorbido, 5 ottobre 2019 . <La straordinarietà di questa esperienza della Rete dei Piccoli Comuni del Welcome è che...

Fare rete: a Santa Paolina inizia la formazione per la futura cooperativa di comunità

di

È cominciato il percorso formativo finalizzato alla costituzione della Cooperativa di Comunità di Santa Paolina. L’iniziativa, che rientra nel progetto “I Piccoli...

Tecniche e risorse del fotovoltaico: concluso il corso “Alla luce del sole”

di

Si è concluso il Corso di Formazione dal titolo “Alla luce del sole”, tenuto dal Professore Mauro Caruso, docente dell’Istituto Tecnico Industriale...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK