“Hopeificio”, tutto pronto per la nuova raccolta delle olive che ridanno speranza a persone con disagio

di

E’ tutto pronto. Il terreno, gli alberi d’ulivo, l’attrezzatura e soprattutto loro. Loro sono pronti da giorni, da settimane, da mesi. Perché in questa attività di inserimento socio-lavorativo stanno riscoprendo sé stessi, i loro talenti, delle professionalità che non credevano di avere fino a poco tempo fa. Perché i benefici del progetto “Hopeificio”, e dell’ortoterapia in generale, sono anche questi. Lo sanno bene i ragazzi con disabilità psichica coinvolti nell’iniziativa sostenuta da Fondazione CON IL SUD, impegnati nella campagna olearia sui terreni dell’ASP “Castriota e Corroppoli” di Chieuti. Il loro percorso di formazione teorica e pratica connesso al ciclo produttivo dell’olio extravergine, grazie al quotidiano lavoro degli operatori, si è ormai perfezionato. E dopo la preparazione del terreno e la spollonatura sono pronti ad iniziare la raccolta delle olive, che avverrà nei prossimi giorni.

Seguiti dagli operatori e da un agronomo, i ragazzi con disabilità psichica coinvolti nel progetto “Hopeificio” saranno impegnati prima nella raccolta delle olive e poi nella trasformazione in olio ribattezzato con il nome di “Volío”, l’olio extravergine d’oliva dal gusto dell’inclusione sociale e lavorativa, che ha l’obiettivo di rafforzare l’offerta di servizi rivolti a persone con disabilità psichica e contrastare lo stigma nei confronti di quanti affetti da questa forma di disagio. E proprio domani, 10 ottobre, si celebra la “Giornata mondiale della salute mentale”. «Con questa giornata vogliamo sottolineare quanto sia importante lottare contro lo stigma e i pregiudizi verso i pazienti che soffrono di disturbi mentali. L’emergenza Covid-19 ha messo in luce più che mai come queste persone si siano spesso trovate escluse dalla partecipazione alla vita sociale – ha dichiarato la Sottosegretaria di Stato alla Salute, Sandra Zampa – . Per abbattere il muro che ancora circonda queste patologie dobbiamo indirizzarci verso una salute mentale di comunità, attraverso servizi di prossimità, investendo nella sanità territoriale e mettendo sempre il paziente al centro, e dare una risposta appropriata ed efficace alla complessità dei problemi connessi ai disagi psichici anche attraverso il budget di salute».

Il progetto “Hopeificio”, grazie al sostegno e all’attenzione di Fondazione CON IL SUD, ha proprio la finalità di creare il senso di comunità, di rafforzare l’offerta dei servizi, di contrastare lo stigma nei confronti di chi convive con questa malattia e di favorirne reali processi di inclusione sociale e lavorativa. Nel progetto promosso dalla cooperativa sociale Medtraining e sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD nell’ambito della terza edizione del “Bando Socio Sanitario”, fanno parte diversi partner pubblici e privati: ASP “Castriota e Corroppoli” di Chieuti; Comuni di Chieuti e Serracapriola; Asl Foggia – Dipartimento di Salute Mentale e Servizio per le Dipendenze; cooperativa sociale Ortovolante; A.DA.SA.M – Associazione Dauna per la Salute Mentale; Associazione Tutti in Volo onlus.

 

 

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

“Hopeificio”, sui terreni del Comune di Chieuti sorgerà il nuovo frantoio

di

E’ stato stipulato lo scorso 27 luglio il contratto di fitto dei terreni di proprietà comunale tra il Comune di Chieuti e...

Volío”, l’olio che combatte lo stigma del disagio col lavoro e l’inclusione sociale

di

«Al di là del lavoro, dell’impegno quotidiano, dell’opportunità di poter guadagnare qualcosa, l’aspetto più importante è che attraverso questa attività mi sono...

“Hopeificio”, Michele concima la terra e riscopre sé stesso e i suoi talenti con l’agricoltura sociale

di

«Mi piace molto questo progetto, e mi piace molto poter lavorare in compagnia ed impegnarmi per la cooperativa». Michele è di poche parole,...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK