Tappi di plastica diventano tasselli di memoria

di

E’ stata consegnata questa mattina a Serafino Petta la targa commemorativa per il 75° anniversario della strage di Portella della Ginestra. Sei mattonelle rosse realizzate con tappi riciclati dai giovani del progetto Generazioni virtuose – azioni di riciclo mai viste, sostenuto da Fondazione con il Sud. Petta, novantunenne testimone della strage, fa parte dell’associazione “Portella della Ginestra”, che riunisce i testimoni e i familiari delle vittime del 1’ maggio 1947.

A ideare e decorare la targa commemorativa sono stati i volontari dell’associazione Kaleidos Cultura e Natura di San Cipirello in collaborazione con l’associazione Auser “Francesco Purpura” e l’istituto superiore “Mario Orso Corbino” di Partinico. Dove si trova il “Precious Plastic”: il macchinario che permette di trasformare scarti di materie plastiche in oggetti di arredo urbano.

La targa dedicata al Primo maggio ha già trovato posto all’interno della mostra documentale e fotografica dal titolo “Portella della Ginestra. La strage e la solidarietà”. Allestita al Museo civico “Nicola Barbato” di Piana degli Albanesi. A curare la mostra è stato lo studioso Francesco Petrotta, che stamane ha ritirato la targa insieme a Serafino Petta.

(Nella foto Gianluca Cangemi, coordinatore del progetto, Francesco Petrotta, Serafino Petta e Leandro Salvia dell’associazione Kaleidos)

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Volontari in azione a Montelepre per ripulire il parco urbano

di

L’iniziativa “Precious plastic” avrà luogo domani mattina dalle ore 10 al parco urbano di Montelepre. L’obiettivo è ripulire dalla plastica  il polmone...

A scuola per il riutilizzo creativo della plastica

di

“Riduci , riusa e ricicla” è lo slogan della campagna di sensibilizzazione avviata nelle scuole dal progetto “Generazioni virtuose – azioni di...

La plastica raccolta nei Centri di accoglienza diventa arredo urbano

di

Accoglienza migranti e tutela dell’ambiente. E’ il binomio a cui punta la cooperativa “Liberitutti” che a Partinico gestisce Centri di accoglienza straordinaria....