Aperto il Bando “La Banca dei Giovani” realizzato nell’ambito del progetto T.R.A.P.

di

Proseguono le attività del progetto T.R.A.P. – Tutt* Rivendichiamo Altre Prospettive, selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il progetto T.R.A.P. realizza attività educative per sostenere ragazze e ragazzi che si trovano in percorsi degli organi della Giustizia minorile, per le loro famiglie, per gli operatori dell’U.S.S.M. (Ufficio di Servizio Sociale per Minorenni) e dei servizi sociali. Le attività stanno permettendo di sviluppare un approccio integrato che permette ai minori coinvolti di scoprire e desiderare prospettive focalizzate sul “bene comune”.

In questo contesto la Fondazione Comunitaria di Agrigento e Trapani ha attivato una “Youth Bank” a Menfi (AG) con la collaborazione dell’Istituto Walden s.c.s. onlus. La “Banca dei Giovani”, infatti, ha visto come partecipanti un gruppo di adolescenti individuati dall’Autorità Giudiziaria minorile e già seguiti dagli U.S.S.M., ospiti della Comunità alloggio dell’Istituto Walden s.c.s. onlus a Menfi.

L’attività sperimentale realizzata dalla Fondazione Comunitaria si è concretizzata in un percorso laboratoriale che si è snodato per 9 incontri dove i ragazzi sono stati formati, pian piano, per diventare i responsabili di una piccola “Youth Bank”.

La “Youth Bank” – secondo il modello internazionale sviluppato da altre Fondazioni di Comunità – ha come obiettivo il sostegno del processo di responsabilizzazione dei minori inserendoli in un sistema di finanziamento di progetti realizzati da altri giovani (in questo caso i giovani degli altri centri territoriali in Sicilia coinvolti nel progetto T.R.A.P.).

Le ragazze ed i ragazzi dopo il percorso di formazione realizzato per imparare a individuare i bisogni della comunità, hanno elaborato e stanno gestendo un vero e proprio bando rivolto ai coetanei degli altri centri territoriali T.R.A.P. della Sicilia per l’assegnazione di 9 micro-grant volti a realizzare dei micro-progetti ad impatto sociale. Gli stessi minori valuteranno le idee da supportare e realizzare.

Nelle prime settimane, dopo essere “entrati” nell’attività e nei suoi obiettivi, hanno trattato i temi della cittadinanza attiva e degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 (noti anche come SDGs). Lo hanno fatto aprendosi a nuove conoscenze ma anche sviluppando spirito critico e pensiero divergente. Tra tutti gli SDGs si sono interrogati su quale per loro fosse il più importante, il più sentito rispetto alle loro esperienze di vita. Da lì, il percorso si è incentrato sull’Obiettivo 11 dell’Agenda 2030, ovvero “rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, resilienti e sostenibili”, questo l’obiettivo da loro unanimemente scelto.

Le ragazze ed i ragazzi hanno imparato a costruire un progetto, a rappresentarlo e comunicarlo, a focalizzarlo verso un obiettivo di cambiamento che veda le nostre città “inclusive, sicure, resilienti e sostenibili”. Hanno appreso cosa fosse un bando di finanziamento e i suoi meccanismi per, poi, sviluppare il bando “La Banca dei Giovani”.

Così, è nato il comitato della “Youth Bank” a Menfi, un gruppo di giovani che sarà responsabile del “finanziamento” di progetti realizzati da altri giovani. Infatti, tutti e 6 i Centri Territoriali attivati nel progetto T.R.A.P. vedranno i loro giovani partecipanti trasformare i loro desideri in vere e proprie idee progettuali con cui candidarsi al bando.

La proattività, l’impegno, la dedizione alla causa della Youth Bank da parte dei ragazzi è il risultato più prezioso, non soltanto perché mostra come abbiano effettivamente compreso il significato della cittadinanza attiva ma anche per il loro voler rivendicare nuove prospettive, città più belle per sé stessi e per gli altri, per la comunità ed il bene comune.

Il bando avviato l’11 luglio resterà aperto fino ad inizio ottobre. Adesso tocca ai ragazzi e alle ragazze di tutti i centri territoriali siciliani immaginare e rivendicare nuove prospettive. Questa attività permetterà ai giovani di tutti i centri territoriali di svolgere un ruolo da protagonisti contribuendo a migliorare la propria comunità, riconoscendosi responsabili di generare dei cambiamenti reali.

Con la “Youth Bank” vogliamo restituire loro la magia della creatività, trasmettere il desiderio di rendere possibili cose impossibili, insegnare loro quanto sia importante progettare per sé stessi, ma anche per le persone che li circondano.

Regioni

Ti potrebbe interessare

Sound of Entrepreneurship, rafforzare le competenze e le abilità

di

Nel merito del progetto Sound of Entrepreneurship – finanziato dal programma Erasmus + KA2 Cooperation Partnership – la Fondazione Comunitaria di Agrigento...

Il Buon Samaritano: prendersi cura di chi è nel bisogno

di

Insieme, grazie al crowdfunding di comunità, possiamo aiutare la Parrocchia San Giuseppe di Castellammare del Golfo a sostenere le fasce più povere della popolazione. Al...

Sud: accontentarsi o re-esistere?

di

Se si analizzano i dati socio-economici sul Sud o, più semplicemente, se si vive la quotidianità, accade il prevedibile: ci assale lo...