Tour AntiGap, ultima tappa in provincia di Crotone: “Splendida conclusione a Belvedere Spinello”

di

Si è concluso negli scorsi giorni il Tour AntiGap nella provincia di Crotone. Il camper del progetto “A Carte scoperte” – con a bordo gli esperti dell’ente partner la Cooperativa “Agorà Kroton Onlus” ha fatto la sua ultima tappa nel comune di Belvedere Spinello. Anche questa volta, gli operatori presenti hanno avuto modo di fare informazione e sensibilizzazione  sul tema “ludopatia”, rendendo noti i servizi attivati nell’ambito del percorso progettuale per la presa in carico e la cura di soggetti dipendenti.

“In questa ultima tappa del tour AntiGap nella provincia di Crotone siamo stati accolti con molto calore. Non abbiamo avuto modo di incontrare molti giovani e, tuttavia, i pochi presenti si sono fermati a chiacchierare con noi per capire di cosa ci occupassimo, incuriositi della nostra presenza. Tante le domande che abbiamo ricevuto sui servizi offerti dal progetto – ci raccontano le esperte di Agorà Kroton Onluse le risposte sono state accolte con la massima attenzione. Questo ci ha fatto davvero piacere”.

I ragazzi presenti hanno, inoltre, rappresentato alle esperte del progetto la loro visione sul mondo del gioco d’azzardo patologico: “E’ un fenomeno che abbiamo avuto modo di conoscere ma che per fortuna riguarda poco la nostra generazione. Sono soprattutto le persone tra i 50 e i 60 anni a giocare molto”, hanno dichiarato alcuni ragazzi. Una visione, questa, confermata anche da persone più adulte incontrate nel corso della serata a Belvedere Spinello.

Un altro pensiero condiviso  è stato  quello  sulla necessità di un contrasto dall’alto-  in termini di divieti – su alcuni giochi a pagamento che sembrano banali ma che spesso generano dipendenza.

Ad accogliere il camper di A Carte scoperte nella sua ultima tappa crotonese c’era l’Amministrazione comunale di Belvedere Spinello nella persona del Sindaco Avv. Rosario Macrì che, oltre alla grande ospitalità riservata agli esperti di Agorà Kroton Onlus, ha dimostrato enorme sensibilità verso il fenomeno trattato, riconoscendo valore e importanza al tour e ai servizi offerti dal progetto e proponendo ulteriori incontri per fare prevenzione sul territorio.

Presenti,  in aggiunta anche: il Pubblico Ministero Dott.ssa Amalia Strada, il vicepresidente dell’Avis di Belvedere Spinello, Maurizio Falsetta, e il vicepresidente dell’Avis di Petilia Policastro sezione scuole, il  Prof. Silvio Gangi che si sono fermati a dialogare con gli operatori, dimostrando grande interesse verso il progetto e  i suoi servizi e proponendo ulteriori reti di collaborazione a favore del raggiungimento degli obiettivi condivisi.

COME CHIEDERE AIUTO – Ricordiamo che, nella provincia di Crotone, grazie al progetto “A Carte scoperte” è attivo un Centro GAP situato in via Pirandello n°4 e riceve ogni lunedì dalle 14.30 alle 19.30. I servizi offerti sono gratuiti. Per rendere più semplice la richiesta di aiuto e per offrire un servizio anche “a distanza” di presa in carico e cura ai soggetti dipendenti dal gioco d’azzardo patologico è disponibile anche la piattaforma www.lultimapuntata.it

 

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Tour AntiGap, dal 3 novembre nuove tappe in provincia di Cosenza con gli esperti de “Il Delfino”

di

Riparte il 3 novembre il Tour AntiGap del progetto “A carte scoperte”, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e con ente capofila...

Dal Centro GAP di Castiglione Cosentino (Il Delfino): “Le potenzialità del gruppo di auto aiuto”

di

Nell’ambito del progetto A Carte Scoperte, sostenuto dalla Fondazione con il Sud, l’ente partner Cooperativa sociale Il Delfino offre un servizio di...

Il tour Antigap di “A carte scoperte” fa tappa a Dipignano – FOTO

di

Una nuova tappa del tour Antigap del progetto “A carte scoperte” si è conclusa negli scorsi giorni nel comune di Dipignano, in...