Campi AIB 2021: attività e risultati nel periodo primavera-estate

di

I nostri Campi AIB (Antincendio Boschivo)  sono riusciti ancora una volta a portare risultati tangibili. Le analisi condotte dall’Università degli Studi di Napoli “Federico II” – Dipartimento di Agraria hanno messo in luce numeri estremamente incoraggianti, che alimentano in noi ancor più la voglia di proseguire sul viaggio che abbiamo intrapreso. 

Grazie all’impegno di tutti i volontari, degli enti e istituzioni inclusi nel progetto, delle società private e delle squadre dell’associazione dei Falchi del Sud siamo stati ancora una volta in grado di tutelare la nostra Riserva Naturale preservandola dal rischio incendio. 

Le attività sono state molteplici, avviate contemporaneamente su più fronti.  Andiamo a vederle più nel dettaglio. 

Gli interventi diretti della Riserva

La Riserva si è attivamente impegnata per mantenere una fascia tagliafuoco sul sentiero del periplo. 

Il sostegno concreto della società SMA e di una ditta forestale privata ci ha permesso di rimuovere la biomassa – composta di sterpaglie e vegetazione invasiva – e la necromassa che si erano formate durante l’incendio del 2017. 

L’attività ha avuto luogo nel mese di giugno ed è durata due settimane. Le squadre della SMA Campania e della ditta forestale hanno lavorato duramente in questo periodo creando una fascia tagliafuoco tra il muro di cinta ed i versanti interni della Riserva. Da Cigliano si sono mossi per un tratto di circa 800 metri, che dal piazzale d’ingresso della Riserva porta a Torre Lupara. 

Gli interventi di prevenzione 

Segnalazione per pulizia strade 

Nello scorso anno, numerosi focolai nati nella Contrada Pisciarelli – sul versante prospiciente la Tangenziale di Napoli vicino ai caselli – hanno portato il rischio d’incendio molto vicino alla Riserva Naturale. 

Il rischio di propagazione è dipeso dalla presenza di vegetazione incolta e rifiuti a bordo strada, che hanno costituito inoltre un rischio notevole anche per le abitazioni nei paraggi. 

Sono quindi stati chiamati all’intervento il Comune di Pozzuoli, di Napoli e la società Tangenziale di Napoli Spa, che hanno provveduto celermente a rimuovere i materiali pericolosi nelle rispettive aree di competenza. 

Per le aree limitrofe alla Riserva Naturale sono inoltre avvenute altre 6 segnalazioni, smistate e gestite tra il comando dei Carabinieri forestali di Monteruscello e l’Unità Operativa Tutela Ambientale del Comune di Napoli.  

Interventi con operatori economici 

I firmatari dei protocolli d’intesa stanno onorando gli accordi occupandosi di curare i terreni limitrofi alla Riserva attraverso azioni ecosostenibili. 

Uno degli interventi più importanti è sicuramente la rimozione della necromassa in eccesso all’interno dei propri terreni e soprattutto lungo la fascia a contatto con il muro di cinta.

Con un’azione del genere, si garantisce che la zona resti al riparo dall’eventuale propagazione delle fiamme di incendi vicini. 

Attività di volontariato con rete territoriale

La collaborazione dei volontari è stata una risorsa indispensabile per garantire una capillarità delle azioni su tutto il territorio.  

Attraverso l’organizzazione di diverse giornate d’intervento, i volontari hanno potuto occuparsi della salvaguardia della biodiversità e supportare il campo di avvistamento antincendio nel suo lavoro di prevenzione.  

Giornate per la salvaguardia della biodiversità 

  • 29 maggio 2021: Raccolta piccole piante di farnia per creare un vivaio forestale
  • 01 giugno 2021: Creazione vivaio forestale
  • 19 giugno 2021: Censimento specie invasive in aree colpite da incendio
  • 01 luglio 2021: Rimozione specie invasive

Giornate di supporto campi AIB

  • 03 luglio 2021: supporto avvistamento 
  • 10 luglio 2021: supporto avvistamento 
  • 22 luglio 2021: supporto avvistamento 
  • 26 luglio 2021: supporto avvistamento 
  • 01 agosto 2021: supporto avvistamento 
  • 02 agosto 2021: supporto avvistamento 
  • 04 agosto 2021: supporto avvistamento 
  • 06 agosto 2021: supporto avvistamento 
  • 07 agosto 2021: supporto avvistamento 

I numeri del campo Antincendio Boschivo nella primavera-estate 2021 

Il campo Antincendio Boschivo è durato dal 1° luglio al 17 settembre. In questo periodo hanno cominciato a presentarsi le prime piogge, con conseguente calo delle temperature. 

Le giornate di attività sono state 79, con un periodo di copertura dalle 9.00 alle 20.00. 

Incendi evitati: i Falchi del Sud e i Vigili del Fuoco hanno rilevato e spento un totale di 5 incendi. Nei due anni passati, il numero di incendi è stato nettamente superiore, il che ci dimostra che le azioni di prevenzione stanno funzionando.    

Incendi nel 2020
Incendi nel 2021

Fuochi di pulizia: di 24 segnalazioni, poche hanno costituito un vero rischio per la Riserva Naturale. Laddove si è ritenuto necessario, i Falchi del Sud hanno svolto un eccellente lavoro diplomatico invitando i proprietari dei terreni a spegnere i fuochi. Nelle immagini subito sotto possiamo vedere come sono diminuiti i fuochi di pulizia dal 2019 al 2021. 

Il punto della situazione: sempre meglio, di anno in anno 

Le previsioni dell’andamento climatico del 2021 lasciavano presagire un’estate di grande siccità e ondate di calore. 

Con questi presupposti, eravamo pronti ad affrontare un periodo che sapevamo ci avrebbe messo in grande difficoltà in termini di prevenzione. 

Come già detto, invece, le segnalazioni sono state decisamente inferiori rispetto agli anni passati. I dati hanno confermato che ciò che facciamo sta avendo un impatto decisivo sulla messa in sicurezza del territorio. 

Mai smettere di sensibilizzare

Resta ancora tanto da fare, però, in merito alle abitudini sbagliate dei cittadini, di cui i fuochi di pulizia sono l’esempio lampante. 

Attraverso le nostre attività di formazione e informazione puntiamo a sensibilizzare sul rischio che tali azioni comportano, cercando così di sradicare comportamenti lesivi sia per l’ambiente che per i cittadini stessi.

Siamo fiduciosi che, un passo per volta, riusciremo a rendere tutti pienamente consapevoli di ciò che c’è da guadagnare da un comportamento più rispettoso dell’ambiente in cui vivono. 

Ti va di aiutarci? 

Ti ricordiamo che puoi segnalare incendi e situazioni anomale nella zona della Riserva Naturale scaricando l’App (completamente gratuita, scaricabile sia per IOs che per Android) e contattandoci attraverso i nostri principali canali: 

Tel – 081 5883720

Whatsapp – 392 32 31 220

email: oasiastroni@wwf.it

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Un’estate con meno incendi a Napoli? È anche merito di ABCD.

di

L’estate 2019 si chiude con un sostanziale decremento degli incendi a Napoli e in Campania rispetto a qualche anno fa. Nonostante alcuni...

Aperte le iscrizioni per le attività di volontariato in partenza dal 29 maggio

di

ABCD Astroni, in collaborazione con Fondazione con il Sud, ha organizzato cinque giorni di attività in cui adulti e famiglie potranno dare...

Nasce il protocollo d’intesa ABCD: collaborazione, impegno, responsabilità

di

Il progetto ABCD compie un altro passo importante nella sua missione di prevenzione e salvaguardia del territorio. La tutela della straordinaria biodiversità...