Giuseppe Greco vince “Francate di cielu”, primo slam poetry di VIVA!

di

Giuseppe Greco è il vincitore di “Francate di cielu“, primo slam poetry promosso dal progetto “Viva – Tante belle cose“. Domenica 23 gennaio al Kora – Contemporary Arts Center di Palazzo De Gualtieriis a Castrignano de’ Greci, nove partecipanti si sono sfidati per conquistare la giuria e il pubblico.

Coordinati e introdotti dal maestro di cerimonia Massimo Pasca (artista visivo, illustratore, cantante, musicista e scrittore, uno dei primi frequentatori di slam poetry in Italia), le poetesse e i poeti Anna Maria Blasi, Assunta Capraro, Anna Maria Chirienti, Salvatore Crisostomo, Giuseppe Greco, Anna Maria Guastapane, Ada Nucita, Francesco Pasca e Fernando Pensa hanno declamato e interpretato i propri versi su “Amore” e “Morte” in italiano, salentino e griko.

Nello Slam poetry, infatti, la poesia non si limita a essere letta ma si riappropria degli elementi del teatro: il corpo, il gesto, il suono e lo spazio. Il pubblico, inoltre, si relaziona attivamente con la poesia senza subirla passivamente. La gara diventa dunque un pretesto per attivare questo meccanismo che dona una nuova frontiera alla performance fatta di condivisione, empatia, comunicazione, relazione attiva. L’obiettivo è di accendere tra poeta e ascoltatore una relazione popolare ed estremamente inclusiva favorendo il concetto di condivisione.

Nel primo turno della sfida, ogni concorrente ha avuto a disposizione tre minuti per convincere il pubblico e la giuria composta da Gabriella Dimitri (presidente del consiglio comunale di Corigliano d’Otranto), Emanuela Chilla (assessora alla cultura del Comune di Cursi), Roberto Casaluci (sindaco di Castrignano de’ Greci), Matteo Greco (scrittore e poeta), Simona Casarano (Kora – Contemporary Arts Center).

I quattro concorrenti più votati sono poi approdati al secondo turno dove si sono nuovamente sfidati presentando il proprio “cavallo di battaglia”. Alla fine la somma delle preferenze di giuria e pubblico ha decretato Giuseppe Greco vincitore della prima Slam Poetry di Viva!. Tutti hanno però ricevuto un attestato di partecipazione e una Polaroid del cielo di Castrignano realizzata dall’artista Francesco Sambati. Al vincitore sono state consegnate anche due bottiglie di vino e la shopper di KORA.

Sostenuto dal Bando Volontariato 2019 di Fondazione Con il Sud, promosso da Ecomuseo della Pietra Leccese (capofila), Coolclub, 34° Fuso, Gruppo Fratres di Cursi, Lilt – Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori di Lecce, il progetto nei prossimi due anni ospiterà nei tre comuni coinvolti (Cursi, Castrignano de’ Greci e Corigliano d’Otranto), l’apertura di un’Officina dei saperi, la realizzazione di un fitto calendario di eventi di socialità e di formazione e l’attivazione di una Banca del tempo.

Info
vivailprogetto@gmail.com – 3278773894
Facebook e Instagram @vivailprogetto
www.esperienzeconilsud.it/vivatantebellecose

Regioni

Ti potrebbe interessare

VIVA!: le attività proseguono a marzo

di

Proseguono le attività di “Viva – Tante belle cose“, un progetto pensato per gli over 50 (in particolare vedovi e vedove) che...

Al via gli sportelli informativi della Banca del tempo di VIVA! – Tante belle cose

di

“Viva – Tante belle cose” è un progetto pensato per gli over 50 (in particolare vedovi e vedove) che mira al benessere,...

Dal 21 al 25 gennaio nuovi appuntamenti online e in presenza per VIVA! – Tante belle cose

di

Proseguono in presenza e (provvisoriamente) anche online le attività di Viva – Tante belle cose, un progetto pensato per gli over 50...