Verdemente alla “Settimana delle Culture” di Palermo

Si è conclusa la “Settimana delle Culture” di Palermo che ha visto le associazioni aderenti al Progetto Verdemente, in collaborazione con le associazioni del contenitore Fucina*42, le associazioni culturali Associazione Apeiron e Gruppo Teatro Totem, insieme a Gatta di Pezza, impegnate in una proficua giornata di dibattiti e riflessioni. Il tema trattato è stato il ritorno alla ruralità ed il turismo lento.

Il filo conduttore è stato lo sviluppo sostenibile di una green economy basata sul territorio e sul sociale, sulla bellezza e sul bisogno di organizzare e sensibilizzare le comunità, quella dei paesi all’accoglienza e quella delle città allo spostamento.

Per il progetto Verdemente hanno col­laborato ODV Miscelarti, ArcaVerde, OdV Solidarietà, Coop. Soc. Padre Pio, Misericordia Valledolmo, Liberacqua onlus, Liberacqua VSA, Giubbe d’Italia Pa­lazzo Adriano, Grifone Corleone.

Nella splendida cornice di Palazzo Sant’Elia, alla saletta conferenze, si sono susseguiti gli interventi e le preziose testimonianze, moderate dal coordinatore del Progetto Gisella Collura e sotto la supervisione di Mirna Summa di Miscelarti, Associazione Capofila.

Dopo i saluti e la proiezione del film “Il pianeta verde” di Coline Serreault, si è proceduto con il divertentissimo reading di brani tratti da “Il carnevale degli insetti” di Stefano Benni, a cura di Maria Teresa De Sanctis; a seguire l’intervento di Salvatore Cacciola, Presidente Rete Fattorie Sociali Sicilia, il quale, anche in veste di Sociologo, ha parlato di neo-ruralità.

E’ poi toccato a Sandra Invidiata, imprenditrice agricola dell’Azienda Invidiata di Collesano (PA) in un interessantissimo intervento che ha aprrofondito la tematica del lavoro in campagna, al giorno d’oggi, con le tecniche e gli studi moderni che comunque strizzano l’occhio alla tradizione.

Molto interessante la testimonianza di Giuseppe Correnti, Presidente Coop.Soc.“Verbumcaudo”di Polizzi Generosa che svolge la sua attività su un feudo confiscato alla criminalità organizzata.

A seguire sono intervenuti Salvatore Balsamo, Referente Ass.ne “Amici dei Cammini Francigeni di Sicilia”, e Salvatore Greco, Presidente Ass.ne “Sikanamente” di Prizzi, i quali hanno testimoniato la loro esperienza riguardo il turismo lento con idee innovative.

La giornata si è conclusa con la degustazione dei prodotti tipici dell’area coinvolta nel progetto e dei monti Sicani, allo scopo di portare in città e far conoscere gli spendidi odori e i sapori dei monti Sicani.

Ufficio Stampa MISCELARTI

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK