GIOVANI AL MUSEO: Ruvo di Puglia ospita le attività di Swapmuseum

Ruvo di Puglia (BA) – A partire dal mese di marzo 2018 i due musei cittadini, il Museo del Libro e la Pinacoteca Comunale “Domenico Cantatore” sono interessati dalle attività che promuoviamo per dare la possibilità a giovani e musei di incontrarsi per rinfrescare e arricchire gli impolverati ambienti culturali attraverso un reciproco flusso di tempo, creatività e premi.

Ogni museo accoglierà ragazzi dai 16 ai 25 anni che verranno coinvolti in alcune attività non specialistiche, volte a migliorare la fruibilità della struttura museale stessa. I giovani, in base alle proprie attitudini, potranno scegliere le attività da svolgere in cambio di benefit commisurati al numero di ore impiegate nel museo.

Le attività da svolgere vengono individuate tra le necessità primarie di un museo (audioguide, riadattamento delle didascalie), tra quelle promozionali (video teaser, piani editoriali social) a quelle più coinvolgenti per il target interessato (playlist musicali, contest instagram, statue parlanti ecc). Ogni attività si avvale di supporti digitali e i contenuti vengono caricati e conservati sulle piattaforme social accessibili a tutti tramite QRcode.

Per la Pinacoteca Cantatore è stata individuata la necessità della creazione di audioguide in italiano e in inglese, che saranno fruibili direttamente da smartphone grazie ai QRcode, mentre per il Museo del Libro, oltre alla riscrittura delle didascalie delle cinquecentine in chiave più “emozionale”, verrà realizzato un video promozionale con il supporto di comuni strumenti digitali. Le attività verranno svolte dai ragazzi all’interno del museo in orario extra-scolastico accompagnati da un tutor secondo un calendario in via di definizione.

 

 

CALL Pinacoteca Ruvo

CALL museo del libro Ruvo

 



In questo progetto Swapmuseum da un lato vuole essere un elemento di rottura rispetto all’immobilismo del comparto museale legato alla mancanza di risorse che sta portando alla chiusura dei piccoli musei e alla perdita di un patrimonio inestimabile in termini di identità culturale. Dall’altro lato il progetto vuole avviare un percorso partecipativo per i giovani ignari dell’esistenza di tali istituzioni sul proprio territorio e sempre più spinti verso l’isolamento culturale e sociale.

Altri musei del nordbarese hanno aderito o sono in fase di coinvolgimento. Per aggiornamenti sul progetto o per consultare le call attive è possibile consultare la pagina FB www.facebook.com/swapmuseum.

www.swapmuseum.com
info@swpamuseum.com

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK