“Il colore degli anni”, in Puglia i minori si valorizzano così

di

L’associazione “Il Colore degli Anni” Odv ha sede legale a Barletta (via Canne, 48) e sede operativa a Trani (via Barisano, 28). Nata nel 2012, ha formalizzato il proprio status di ente iscritto al Registro regionale delle Odv nel 2015 ed è trasmigrata nel 2022 nel Runts. La mission associativa si ispira ai principi universali di solidarietà sociale. Sostiene nei minori il riconoscimento di tutte le abilità, con percorsi di sostegno scolastico e laboratori di arti creative, lettura animata, teatro, musica e danza; promuove forme di volontariato giovanile e in generale per tutte le età.

I ragazzi hanno imparato alcune tecniche della navigazione

L’Associazione ritiene indispensabile e fondante la necessità di dar vita ad una realtà attiva nel sociale che possa garantire un futuro migliore alle giovani generazioni, con numerosi interventi nell’ambito delle periferie, intese come aree disagiate della città indipendentemente dalla collocazione geografica. I principali interventi di volontariato sociale sono svolti in luoghi in cui si presenta un’alta concentrazione di disagio sociale, economico, ambientale e multiculturale, e più in generale dove si manifesta l’urgenza di calibrare interventi per affrontare al meglio lo sviluppo sociale del territorio.

“Il Colore degli Anni” individua i bisogni soggettivi ed oggettivi dei minori e delle famiglie, promuove la cultura dei diritti umani, con particolare attenzione all’infanzia e all’adolescenza; promuove le competenze genitoriali come fonte primaria finalizzata a ridurre le difficoltà di adattamento sociale dei ragazzi, per la promozione completa della persona.

Tanti sono i progetti svolti in questi anni. L’arte dell’integrazione, dove ciascuno ha il diritto e la possibilità di esprimere, in maniera personale, originale e autonoma, le proprie sensazioni, le gioie, le paure, le idee, i desideri, le tensioni attraverso l’uso di altri linguaggi oltre a quello della parola, favorendo così la libertà di espressione. Imparare facendo, formare ed informare i giovani studenti e gli adolescenti alla bellezza della gratuità e del bene comune. Il mare come scuola di vita, attraverso l’esperienza della navigazione quale metafora di vita per apprendere la cooperazione, l’aggregazione, la socialità ed il confronto. Il riciclo creativo mirato alla diffusione di una cultura di riduzione degli sprechi. Attività e laboratori di educazione civica orientati verso il rispetto della natura e dell’ambiente. Laboratori alla scoperta di talenti e competenze attraverso opportunità di apprendimento, realizzati in diversi contesti educativi e finalizzati a valorizzare le abilità di ognuno sia all’interno del percorso scolastico, sia nella comunità di appartenenza. Laboratori espressivo-relazionali che mirano a sviluppare l’identità di gruppo e favorire l’integrazione di competenze diverse. Laboratori di didattica alternativa basati sulla metodologia del learning by doing e sull’approccio inclusivo, volti a lavorare sulle competenze trasversali con focus particolare su minori Bes, Dsa, disabili lievi, stranieri. Iniziative diversificate per target di età, mirate a sviluppare e migliorare le competenze cognitive e non cognitive dei minori e contrastare il rischio di abbandono e dispersione scolastica. Ed ecco che nasce la voglia di cambiare, conoscersi, generare, esplorare, condividere i cambiamenti per maturare atteggiamenti di curiosità, interesse e rispetto per tutte le forme di vita e per i beni comuni.

Articolo di Luigi Alfonso, con la collaborazione di Angela Dicuonzo

Regioni

Ti potrebbe interessare

Soccorso Emergenza Radio, a Barletta da 30 anni al servizio dei cittadini

di

L’associazione Volontari Soccorso Emergenza Radio nasce a Barletta il 6 maggio 1992 dall’idea di un gruppo di amici che decidono di riunire...

Xiao Yan, a Trani le Rondini che vòlano con i bambini

di

È iniziata il 6 giugno 1997 l’avventura di alcuni giovani cresciuti nel volontariato e nell’azione cattolica che, facendo della propria vocazione una...

Barletta, la Misericordia tra protezione civile, anziani e minori

di

La storia della Confraternita Misericordia di Barletta comincia nel 1993. Il battesimo ufficiale, tuttavia, fu celebrato soltanto nel 2015 grazie alla caparbietà...