La street art al carcere Ucciardone è Mirabile

di

Tanti gli artisti che collaborano al progetto Spazio Acrobazie, tra Ucciardone, Malaspina e UEPE di Palermo, con la formula del workshop intensivo o laboratori di una o più giornate. A grande richiesta,  è ritornato al carcere Ucciardone l’artista Marco Mirabile, i cui apprezzatissimi laboratori sono liberatori per la forza e le emozioni che scatenano.

 

Per due sabati, tra fine ottobre e novembre ci ha fatto compagnia con le sue donne, sempre un pò estatiche madonne, e la sua street art. Come sempre ha messo a disposizione la sua pratica artistica, il suo disegno e gli spray per dare una forma ai pensieri, trasformare le scritte in messaggi in bottiglia, tatuare il foglio alla ricerca di una parola, di un segno o di un colore che dia tregua o tiri fuori la rabbia.

Ogni settimana, il sabato mattina, artisti, curatori, e partner del progetto raccontano le loro storie e le collezioni all’Ucciardone,  mentre proseguono i laboratori al carcere minorile Malaspina e al Museo Riso per i detenuti in esecuzione penale esterna.

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

Spazio Acrobazie su Economia della Cultura

di

Co- progettazione e multi-agency: un art care model per il benessere delle diverse culture organizzative, si intitola così il contributo di Elisa...

Alla scoperta degli artisti di Spazio Acrobazie: Genuardi/Ruta

di

Chi sono gli artisti di “Spazio Acrobazie. Laboratorio di produzione e riqualificazione attraverso la mediazione artistica?  Partiamo dal duo artistico Genuardi /Ruta, che...

L’arte della giustizia e Aria Ferma

di

In occasione del forum Ambrosetti di Cernobbio,  la Ministra della Giustizia Marta Cartabia utilizza l’arte per parlare di giustizia giusta,  mostrando il...