AD ACRI TUTTO PERFETTO PER LO SCREENINGDAYS

1Anche i cittadini di Acri, grande centro a ridosso della Valle del Crati e porta nord della Sila, in provincia di Cosenza, hanno potuto beneficiare degli esami e visite gratuite forniti attraverso il progetto Screeningdays, progetto per la promozione e informazione alla cultura della prevenzione sanitaria e donazione degli organi, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD, Bando Volontariato 2015. Ad Acri si è svolta la quinta tappa del progetto che si sta avviando alla conclusione, la prossima, ultima si svolgerà invece a Rende, alle porte del capoluogo di provincia. Un’organizzazione eccellente dell’associazione padrona di casa, L’ASPA di Acri, con la collaborazione della rete del progetto: la Nuova Croce Azzurra di Cosenza, la LILT Cosenza, L’AVAS presila, la Croce Verde Silana di S. Giovanni in Fiore, e poi l’UIC Cosenza e IAPB, ASI, ASIT Cosenza, del Centro Regionale Trapianti, il patrocino dell’ASP di Cosenza e, nell’occasione, il comune di Acri, ha messo a disposizione dei cittadini acresi mammografie, visite oculistiche, ECG, esami ematochimici e le prenotazioni per l’ecotiroide, le visite dermatologiche e l’ecoseno che verranno svolte nella sede della LILT, in via Montegrappa a Cosenza. Raccolte anche diverse dichiarazioni di volontà per la donazione degli organi dalla dott.ssa Rita Roberti, coordinatore locale per le attività di donazione e trapianti dell’Asp di Cosenza.  Tutti i volontari e organizzatori lavorano in perfetta simbiosi e riescono a garantire un servizio pressoché perfetto alla cittadinanza. Anche nel centro alle porte della Sila sono state centinaia le persone giunte per fare gli esami e sono state tutte soddisfatte anche in brevissimo tempo. I pazienti non hanno nemmeno dovuto attendere molto e questo grazie alla professionalità di tutti i volontari coinvolti e dei medici: il dott. Francesco Gallicchio, la dott.ssa  Fiorenza Cosenza e poi i volontari Maurizio Garotti ed Emanuela Barone, Anna Belsito, Salvatore Ruffolo, Kevin Garofalo, e tanti altri. Il tutto grazie ad un importante struttura e mezzi a disposizione: ben quattro le autoambulanze, un’auto medica, e tre pulmini   (della LILT per le mammografie, dell’UIC per le visite oculistiche, dell’AVAS per le dimostrazioni video), un tendone per i prelievi e test ematochimici e tre gazebo per le operazioni di prenotazione e gestione dei flussi di pazienti. I volontari hanno potuto sfoggiare per l’occasione le nuove e fiammanti magliette dello staff, fatte stampare appositamente per il progetto e divulgare meglio il suo messaggio. Un ringraziamento anche alla amministrazione comunale di Acri  che ha praticamente messo a disposizione del progetto l’energia elettrica e la bella piazza Sprovieri dove si sono potuti disporre tutti i mezzi. La giornata si è conclusa con un ricco buffet offerto dalla famiglia del presidente dell’ASPA Acri, Raffaella Ritacco.

2 3 14 5 6 7 8 9 10 11 12 13 15 16 17 18 19 20 21

 

4 22

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK