FESTIVAL DEL CONTEMPORANEO –LA NOSTRA PROPOSTA DI AUTOSOSTENIBILITA’ FUTURA PER IL PROGETTO PERCORSI GENERAZIONALI

logo-festival-del-contemporaneo

#urban screen #VIDEO-cortometraggi #eco-bio #riuso-riciclo #rigenerazioneSPAZIurbani #arte #libri #antichiMestieri

COMUNI INTERESSATI DALL’EVENTO:

CALCIANO -GRASSANO- RUVO DEL MONTE-FRANCAVILLA IN SINNI- ROTONDA- POTENZA E MATERA…

L’evento viene proposto come strumento di animazione territoriale e di valorizzazione delle risorse culturali/paesaggistiche attraverso l’utilizzo di spazi urbani ed il capitale sociale.
Il Festival è uno strumento di potenziamento  del progetto PERCORSI GENERAZIONALI, Laboratori Permanenti ed in tale direzione la rete progettuale sta realizzando un itinerario video digitale che sarà fruibile dal mese di GIUGNO 2017 nei comuni di Calciano, Grassano, Ruvo del Monte, Francavilla in Sinni e Rotonda.

L’ITINERARIO TURISTICO DIGITALE: UN CAMMINO POETICO TRA ARTE, SILENZI E VITE NARRATE.

Tutti i partners della rete progettuale PERCORSI GENERAZIONALI hanno realizzato un video finale che sarà utilizzato per le attività di urban screen permanenti, inoltre, con la creazione di una mappa geolocalizzata i contenuti video saranno fruibili anche dal web; mentre, in ogni comune della rete progettuale saranno installati dei pannelli MUSEALI con i QR Code.

Tutti questi contenuti determineranno un itinerario turistico fruibile, sia in forma dinamica, legata ad eventi come ad es. il Festival del Contemporaneo, sia in forma “statica” attraverso la mappa geolocalizzata ed i QR code.

La parte innovativa del progetto porterà gli abitanti del posto ad essere i veri protagonisti dell’itinerario, inizialmente raccontando le loro storie nei video, poi successivamente i  mini video saranno fruibili vicino le loro abitazioni con i QR code.

Sarà così avviata con questo metodo la sperimentazione del Cultural Planning, attraverso la creazione di un processo virtuoso di marketing territoriale autogestito dagli abitanti del posto.

Il video-itinerario riprodurrà anche i luoghi artistici, architettonici, paesaggistici ed i luoghi del silenzio, mentre, tra i suoi contenuti si evidenzia la presenza di due poesie di Mango, le poesie di altri 5 poeti lucani (Carmine Donnola,  Nicola Scarano, Giuseppe Tedesco, Antonio Capuano, Engel Von Bergeiche) tutte interpretate dall’attore Fabio Pappacena, le foto artistiche di Raffaele Luongo, riprese e montaggio realizzate da Videouno srl di Matera.

I SINGOLI VIDEO SONO FRUIBILI DAL CANALE YOU TUBE SMDR ONLUS – PLAYLIST UN CAMMINO POETICO TRA ARTE, SILENZI E VITE NARRATE – MENTRE IL VIDEO DOCUMENTARIO SARA’  PROIETTATO NELLE PIAZZE E NELLE SALE.

La versione geolocalizzata dell’itinerario, i supporti museali all’aperto ed i QR code completeranno l’itinerario turistico proposto.

IL FESTIVAL DEL CONTEMPORANEO

Al fine di presentare gli itinerari realizzati e renderli poi fruibili nel tempo, viene proposta la realizzazione della prima edizione del Festival del contemporaneo, con il proposito di rendere le edizioni del Festival ripetibili nel tempo.
Il Festival avrà una struttura statica che costituirà la sede fissa del Festival, una sede dinamica (eventi che saranno proposti all’interno del festival), una parte itinerante che prevede degli eventi che saranno realizzati in varie località (laboratori tra il dire ed il fare, proiezione di cortometraggi, presentazione di libri) ed infine una serie di eventi realizzati in via autonoma dalle associazioni e/o gruppi organizzati che saranno definiti eventi “aderenti al festival”.

SEDE DEL FESTIVAL

Tra i cinque comuni del progetto sono state scelte due sedi per il festival:

CALCIANO – comune ubicato nel Parco naturale di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane- circuito naturalistico già conosciuto, nonchè per la vicinanza territoriale a Matera capitale europea della Cultura 2019, sono indicatori che consentono di poter meglio veicolare il Festival.

ROTONDA- sede del Parco naturalistico del Pollino, è un comune sito in provincia di Potenza ai confini con la regione Calabria, è un comune tra l’altro già vocato al turismo, ha numerosi attrattori ed ha tutti gli indicatori idonei ad amplificare gli effetti del festival.

IL PROGETTO

La struttura portante della prima edizione del festival saranno i laboratori intergenerazionali, frutto del lavoro esperenziale realizzato e potenziato con il progetto Percorsi Generazionali- Laboratori Permanenti finanziato e sostenuto da Fondazione con il Sud.

Altro motivo portante del Festival sarà l’albero che è anche il logo del festival: simboleggia la vita, le radici e l’aggregato urbano da animare; l’albero ricorrerà in tutte le fasi del Festival come un mantra ispiratore per l’animazione territoriale.

Saranno attivati poi degli spazi urbani – urban screen con i video-audio realizzati ed illuminazione degli spazi urbani rigenerati.

Il capitale sociale antropologico, artigianale e di antichi mestieri tramandati di generazione in generazione, unitamente al patrimonio artistico e paesaggistico faranno da corollario.

A tali attività già finanziate e strutturate all’interno del progetto PERCORSI GENERAZIONALI – LABORATORI PERMANENTI  con il festival vengono proposte le seguenti ulteriori attività:
1) proiezione di cortometraggi- video e medio metraggi (Saranno individuati con una CALL PUBBLICA, i cortometraggi -i video ed i medio metraggi da proiettare; saranno proiettati in maniera itinerante, nelle varie località e nel comune di Calciano)
2) laboratori tra il dire ed il fare – RIUSO E RIUTILIZZO DI MATERIALI di scarto, in collaborazione con LA LUNA AL GUINZAGLIO Aps di Potenza.

UN ALBERO PER TUTTI

Il laboratorio propone la creazione di decorazioni natalizie realizzate con cd difettati o altri materiali di scarto. Poiché il materiale con cui sono fatti i cd non è riciclabile (devono infatti essere conferiti nell’indifferenziato, salvo disposizioni comunali diverse). Tra il dire e il fare propone diverse modalità creative di riutilizzo, che potranno essere applicate ad altri tipi di scarto quali carta e plastica. Saranno così realizzati oggetti decorativi a tema natalizio e simpatici kit fai da te di giochi da regalare. OGNI laboratorio sarà finalizzato alla realizzazione di un albero e/o luogo urbano con decorazioni natalizie che traccino il passaggio dell’attività laboratoriale.

I GUARDIANI DEL VERDE ….

(INTERGENERAZIONALE)- tutela e valorizzazione dei BENI COMUNI, il verde e l’ambiente- un esercizio intergenerazionale- legato alle 4 stagioni

Primavera – Estate – Autunno – Inverno

Gli spazi urbani rigenerati con un’azione che crea contaminazione tra arte e la comunità, tra il dentro ed il fuori, tra i bambini e gli adulti.

I Guardiani del Verde è un’operazione di cura ambientale, in cui semplici flaconi di detersivi verranno recuperati e capovolti non solo nella forma, ma anche nel loro significato:

Contenitori vuoti e da buttare verranno rianimati e trasformati in fioriere per diventare dei ” Guardiani del verde” che, con i loro differenti volti, rappresenteranno ed impersoneranno la volontà di crescita e di integrazione che ogni comune tenta di portare avanti.

Le comunità coinvolte con questa azione si prenderanno cura delle piante ed avranno la possibilità di coltivare i sogni e le relazioni.

L’invito rivolto a tutti i cittadini è quello di impersonare e dare vita ai Guardiani del Verde, ad essere dei giardinieri spontanei, che si prendano cura di un’aiuola pubblica o di in uno spazio privato affinché il verde ed il rispetto della natura diventino un esercizio di amore verso un bene comune condiviso, sentito come appartenente proprio a tutti, ma porterà le cure e l’amore di chi pur sapendolo di tutti lo curerà come se fosse un bene personale.

ORTI SOCIALI ED AGRICOLTURA SOCIALE BOTTOM-UP

Passeggiate per il riconoscimento di erbe naturali, raccolta, preparazione e trasformazione – l’agricoltura sociale come bottom up.

Trekking e laboratori per tutte le età, guidati ed affidati ad un Naturopata-Geobotanico – percorsi naturalistici-

—-

4) Esposizione di opere e laboratori in spazi urbani (Saranno allestiti spazi urbani dedicati all’artigianato, agli antichi mestieri, agli artisti ed anche spazi per la recitazione dal vivo).
5) Ecocosmesi e prodotti biologici (Stand espositivi e laboratori tematici).
6) Libri al ConTEMPORANEO- (Presentazione di libri ed incontri con gli autori)
7) Musica dal vivo (incontri di musica al contemporaneo)
8) Convegni e sessioni formative ( in particolare sul tema del cultural planning e sulle tematiche proposte come attività portanti del Festival)

 

OLTRE LA RETE PROGETTUALE: le Collaborazioni all’attivo e quelle da attivare….
La rete progettuale ha già attivato delle sinergie al fine di realizzare il festival, e tra queste Comune di Calciano, Comune di Rotonda, Comune di Ruvo del Monte, Comune di Grassano, Comune di Francavilla in Sinni, CSVBasilicata, Terre di Erbe, Italia Nostra, We Love Potenza, La Luna al Guinzaglio APS di Potenza, Ass. La Macchietta di Calciano.

Sono state già attivate altre richieste di collaborazione ed adesioni al Festival in corso di definizione, sia a livello regionale sia extraregionale.

LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DEL PROGETTO:
La rete progettuale è composta da soggetti iscritti all’Anagrafe delle Onlus, pertanto per la realizzazione del progetto, saranno richiesti dei contributi, sia a titolo di sponsorizzazione e sia a titolo di erogazioni liberali.
In particolare si punterà moltissimo sui contributi ex art. 14 DL n. 35/2005 convertito con modificazioni dalla legge n. 80/2005 e sarà attivata una campagna di raccolta fondi con rilascio di ricevute ed attestazioni di detraibilità per le persone fisiche ex art. 15 C1, LETT I BIS dpr 917/86 TUIR e per le persone giuridiche attestazione di deduzione ex art. 100 c.2 lett. H DPR 917/86 TUIR.

Inoltre, sarà presto attivato il crowdfunding e la campagna di raccolta fondi con gli sms solidali.

 

La Responsabile Progettuale SMDR e
della Rete “Percorsi Generazionali- laboratori permanenti”
f.to Maria Bamundo

#Con_magazine

—————————–

RECAPITI REFERENTI
MARIA BAMUNDO – progettista e responsabile della rete – cell. 3475306213 – email avv.mariabamundo@gmail.com
ALFONSO GIANNI MORRONE- Referente  capofila rete progettuale – cell. 3281960124 – email alfonsomorrone@alice.it

 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK