Regalare esperienze imparando un mestiere manuale: fare la pasta come una volta!

Da Gennaio nuovi utenti sono stati inseriti all’interno del pastificio. Per queste nuove reclute è stato programmato un percorso formativo composto a step:

1. Formazione per le prassi da seguire sulla sicurezza alimentare.

Per chi intraprende una carriera nel campo della ristorazione è importante che sappia le procedure di produzione, distribuzione, stoccaggio e trasporto degli alimenti. Inoltre è importante che comprenda che cosa significhi un alimento contaminato e come è possibile prevenire la contaminazione degli alimenti mantenuti in frigo.
Insomma parliamo dell’ABC delle norme igieniche;

2. Chi l’ha detto che imprenditività sia solo fare impresa ? Imprenditività vuol dire anche assumere un atteggiamento di responsabilità personale.

È proprio questo che i nostri utenti hanno ampiamente sviluppato grazie ai nostri partner trecentosessantagradi e al lavoro certosino di uno psicologo specializzato in auto-imprenditorialità (Davide Porrovecchio) e di una esperta in formazione d’impresa (Giuliana Narbone).

È stato inoltre possibile monitorare il loro stato di avanzamento con una dashboard che bilancia l’acquisizione di nuove competenze personali e professionali.

Adesso redigere un curriculum vitae o sostenere un colloquio di lavoro è un compito più facile per loro (e questo significa permettergli di prendere in mano la loro vita ed essere più autonomi);

3. Esperienza con Slow food

Attraverso l’azienda gestita dalle sorelle TurcoWhatsApp Image 2019-04-10 at 19.18.37, si è discusso dei cereali ritrovati (ovvero dei grani antichi di Sicilia), si è contribuito alla semina delle lenticchie e al monitoraggio (ancora attualmente in atto) dello stato di crescita di queste piante.

I primi utenti invece, avevano piantato il grano e ancora nel nostro pastificio ne conserviamo le spighe, per non dimenticarci del fatto che “si può fare”;

4. Entrata in pastificio.

Inizialmente gli utenti sono entrati come osservatori fino a diventare il motore del pastificio (sporcandosi le mani come “operai”della pasta);

5. Collaborazione fra i vecchi e i nuovi utenti

I vecchi utenti fanno da tutor alle nuove leve, innescando un circolo virtuoso nel laboratorio che li porta a fare l’esperienza insieme e quindi all’arricchimento reciproco;

6. Inserimento di Mousse con elevate capacità culinarie

Siamo contenti di aver inserito anche se per poco tempo, Moussa, un ragazzo molto giovane, con elevate capacità culinarie (perché proveniente dalle scuole alberghiere) che subito dopo è stato inserito nel mondo del lavoro.
Questo per noi è un grande successo, ed è quello che ci spinge a fare tutte le cose.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK