In 50 per un nuovo progetto di economia solidale!

image

Vi presentiamo il nostro progetto: ‘il Parco della Salute’

Ambito assistenza socio-sanitaria. Educazione alla salute. Sensibilizzazione alla cultura del bene comune. Servizi socio-assistenziali per soggetti in condizioni (culturali, fisiche, psichiche, economiche, sociali) di disagio.

Periodo 2016-2023

Descrizione ‘Il Parco della Salute’ è un progetto di utilità sociale che ha l’obiettivo di favorire una corretta crescita della persona attraverso l’adozione di uno stile di vita sano. Il progetto prevede l’erogazione di servizi e l’organizzazione di attività socio-assistenziali gratuite per minori che soffrono una condizione di svantaggio in ragione di condizioni culturali, fisiche, pschiche, economiche, sociali o familiari.

Palermo è una città multietnica, le attività favoriranno l’integrazione sociale, il dialogo e il rispetto tra minori appartenenti a culture differenti per il rafforzamento di una società multiculturale a contrasto di forme di intolleranza e discriminazione.

Gli educatori di Vivi Sano e delle dieci Onlus partner del progetto promuoveranno i valori sani all’interno del nuovo spazio per sostenere la crescita di bimbi e ragazzi che vivono una condizione di fragilità con un intervento strutturale durevole nel tempo.

Il soggetto proponente, l’Associazione di Promozione Sociale Vivi Sano Onlus, in una logica di rete per la condivisione di progetti per il bene comune, ha coinvolto nella nobile iniziativa diversi enti del privato sociale rappresentanti sul territorio dei bisogni di soggetti che vivono diverse tipologie di disabilità: l’Associazione Diabetici Vincenzo Castelli, il Movimento per la Salute dei Giovani Cardiopatici, Livia Onlus, Teacch House Onlus, Futuro Semplice Onlus, Arlenika Onlus, l’Associazione Famiglie Persone Down Onlus, l’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale, il Centro Internazionale delle Culture Ubuntu.

Vivi Sano Onlus ha inoltre attivato importanti protocolli di collaborazione con la Società Italiana Pediatria, l’Università di Palermo, l’Ordine dei Medici di Palermo, il Comitato Italiano Paralimpico Sicilia, l’Uisp Palermo. Diverse realtà sane del mondo profit e testimonial del mondo dello sport e della cultura hanno aderito alla nobile iniziativa lanciata dalla Onlus palermitana.

Il parco inclusivo verrà realizzato nei prossimi mesi presso il foro italico di Palermo in un’area messa a disposizione dal Comune di Palermo e dall’Autorità Portuale per la durata di otto anni. L’area necessita urgentemente di un intervento di riqualificazione atto a favorire lo sviluppo sociale. Si prevede lo svolgimento di attività inclusive che favoriranno la partecipazione dei giovani, di chi diversamente abile vivrà una condizione di ‘normalità’, per gli anziani che potranno trasmettere valori sani ai giovani e che avranno a disposizione un centro di aggregazione ove socializzare.

Verranno promosse attività ludico-motorie e interventi educativi per infanti e bambini normodotati, a rischio di esclusione sociale, con disturbi del comportamento alimentare, ragazze e donne esposte al rischio di osteoporosi o donne mastectomizzate, bimbi e ragazzi diabetici, giovani cardiopatici congeniti, soggetti che hanno subito un evento ictale. Verranno infine organizzati laboratori linguistici e di partecipazione alla legalità gratuiti per minori di etnie diverse.

Il Parco della Salute è un luogo inclusivo ove la diversità diventa un valore che facilita l’integrazione tra soggetti normodotati e chi è affetto da una disabilità intellettiva o fisica. Uno spazio atto a potenziare la ‘parte sana’ di chi soffre una condizione di disagio e contemporaneamente luogo preposto a favorire l’empowerment personale per chi, sano, entra in contatto con realtà diverse da se integrandole e includendole nel proprio vissuto.

Si vuole sottolineare il valore socio-economico dell’iniziativa tesa a rivalutare e potenziare un luogo in stato di abbandono destinato ad uso pubblico prevedendo l’erogazione di servizi di promozione della salute gratuiti per facilitare una crescita individuale sana e quindi uno sviluppo sociale positivo.

Le finalità ultime dell’iniziativa, avviata con successo in altre città d’Italia e d’Europa, è quella della diffusione presso la collettività della cultura di stili di vita sani per una corretta crescita della persona, di promozione dell’attività motoria, di corretta alimentazione, della vita attiva all’aria aperta, di integrazione multiculturale, della cura dei beni comuni e della promozione degli spazi pubblici.

La rete di partner in tal modo focalizza l’attenzione su un interesse diffuso: la tutela del diritto alla salute.

Vivi Sano Onlus ha coinvolto nell’iniziativa soggetti del privato sociale portatori di interessi collettivi, interessi leggittimi riferiti a soggetti appartenenti a categorie che vivono una condizione di fragilità. Sono enti rappresentanti sul territorio dei bisogni di persone che vivono diverse tipologie di disabilità e fragilità alle quali si offre il nuovo spazio/servizio per soddisfare un bisogno condiviso da tutti: disporre di uno spazio pubblico vigilato da dedicare ad attività inclusive.

Destinatari e Partner:

-giovani diabetici Associazione Diabetici Vincenzo Castelli
-giovani cardiopatici Movimento per la Salute dei Giovani
-giovani donne mastectomizzate Arlenika Onlus Progetto Amazzone
-adulti che hanno subito un evento ictale ALICe Sicilia
-minori con disabilità intellettiva Teacch House Onlus
-adulti con disabilità intellettiva Futuro Semplice Onlus;
-giovani con disabilità fisica Associazione Famiglie Persone Down Onlus;
-giovani a rischio di esclusione sociale CIP Sicilia,Emanuele Piazza Onlus;
-giovani con bisogni educativi speciali Virtualmente Onlus, Volere Volare, Centro Siciliano Terapia Familiare;
-minori stranieri non accompagnati Centro Internazionale delle Culture Ubuntu;
-anziani a rischio di esclusione sociale Auser Palermo.

L’iniziativa dal grande valore sociale vuole rivalutare e potenziare un luogo destinato ad uso pubblico prevedendo l’erogazione di servizi di promozione della salute per i cittadini. ‘Il Parco della Salute’ presso il Foro Italico di Palermo intende infatti rappresentare una iniziativa di natura sociale, aperta alla collettività tutta e che intende riqualificare una porzione di costa urbana attribuendole la funzione di area verde attrezzata a disposizione della collettività con un intervento a volume zero.

Programma/azioni

-Attività

Attività motoria preventiva, rieducativa e di mantenimento rivolti a soggetti con osteoporosi e per soggetti con cardiopatie stabilizzate, post-ictus o con disturbi del comportamento alimentare – laboratori sportivi per bambini e ragazzi a rischio di esclusione sociale, con disabilità psichica o che soffrono di disagi della comunicazione – laboratori linguistici per minori stranieri- attività ludico motoria amatoriale praticata da soggetti di tutte le età anche non iscritti presso società sportive o enti di promozione sportiva e finalizzata al raggiungimento e al mantenimento del benessere psicofisico della persona – percorsi ludici specifici adatti all’alfabetizzazione motoria per infanti e bambini vigilati da insegnanti di scienze motorie e tirocinanti universitari – running e city biking per giovani e adulti – sportello di ascolto multilingue per minori a rischio di esclusione sociale e loro genitori, laboratori linguistici per minori di diverse etnie – laboratori di educazione civica, partecipazione sociale e di trasmissione di valori intergenerazionale

-Promozione della Salute

Parametri del Ben-Essere gratuiti: indice massa corporea, glicemia, scheda rischio diabete, monossido di carbonio, alcol test, ECG;
Divulgazione, educazione e formazione: incontri su metodologia corretta pratica dell’esercizio fisico in relazione alle condizioni fisiche individuali – incontri su corretta alimentazione, valore del cibo, sostenibilità – lezioni manovre disostruzione vie aeree nei lattanti e nei bambini – corsi base di primo soccorso – corsi rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce per bambini (PBLSD) – workshop su sovrappeso e obesità infantile – incontri di prevenzione nuove dipendenze patologiche (GAP, media, social network, energy drink) – presentazioni di case experience;

-Eventi

Incontri con testimonial del mondo dello sport, della cultura e senior volontari per una sana trasmissione di valori – giornate di prevenzione su igiene, malattie sessualmente trasmissibili, tabagismo, alcol, nuove dipendenze patologiche, doping – manifestazioni sportive non agonistiche.

-Risultati attesi:

nei giovani diabetici potenziamento attività motorie e vascolare/circolatoria, per la prevenzione dei disturbi del microcircolo e di tutti i disturbi /esigenze metaboliche che a cascata insidiano le diverse fasi evolutive della malattia cronica;
nei giovani cardiopatici: sostegno alle necessità psicofisiche e adattive, delle patologie acute e croniche dell’apparato, prevenzione delle complicanza (attività motoria a supporto degli stili di vita alimentari e delle esigenze metaboliche);
nelle donne a rischio di osteoporosi: attivazione e potenziamento muscolare e attività fisica necessaria per la maggiore stabilizzazione nelle diverse fasi evolutive del disturbo;
nelle donne mastectomizzate: attività motoria in gruppo necessaria a riprendere contatto con il proprio corpo, condividere la ripresa ed attivazione psicofisica con altre donne che vivono lo stesso problema;
negli adulti che hanno subito un evento ictale: riduzione della sintomatologia ansiosa e depressiva nei post ictus. Aumento nel numero e nella frequenza delle interazioni sociali in un luogo/contesto dedicato all’uopo;
nei giovani con disabilità psichica: riduzione nella frequenza di comportamenti problema (comportamenti autolesionistici, isolamento, stereotipie, comportamenti non finalizzati, altro…), potenziamento delle abilità sociali e sviluppo delle autonomie e del divertimento;
nei giovani con disabilità fisica: attivazione di pattern motori, competenze e abilità esecutive, capacità di coordinazione, pianificazione e sequenziazione delle attività con significative ricadute sulle autonomie personali e socio adattive;
nei giovani e anziani a rischio di esclusione sociale: riappropriarsi della cultura alla legalità per minori che giornalmente vivono immersi in ambienti poco sani, rioni e quartieri degradati e degradanti. Sviluppo di un forte spirito di squadra e quindi di gruppo che si fonda su valori e regole quali: lealtà e onestà di comportamento; fiducia e stima reciproca tra tutti i componenti senza pregiudizi; rispetto reciproco e comprensione delle diversità caratteriali e alla comunicazione; impegno e partecipazione attiva al lavoro di squadra adottando valori sociali validi;
nei minori stranieri non accompagnati: favorire l’integrazione con i propri pari attraverso la conoscenza della lingua, dei diritti e dei doveri sanciti dalla Convenzione di New York sui diritti del fanciullo e dalla Costituzione Italiana.

Tempi di realizzazione del progetto: il progetto verrà presentato alla cittadinanza il mese di marzo 2015. L’inizio dei lavori è previsto per i primi giorni del 2016. L’inaugurazione del nuovo spazio e l’inizio attività entro l’estate 2016.

http://www.parcodellasalute.it
http://www.vivisano.org

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK