Fare scuola fuori dalle aule, studenti Crotonesi alla scoperta del territorio

30d2888d-8d8b-4eab-873a-d55a4aa8b534

a862360a-14a5-480d-96b0-202d10287ca6

 

Continua il percorso di riscoperta del territorio a contatto con la natura per regalare ai ragazzi un percorso educativo . Anche questo fine settimana l’ostello Bella Calabria, realizzato in un bene confiscato alla mafia e gestito dall’associazione amici del tedesco , ha ospitato per tre giorni gli studenti di Crotone. Laboratori che stimolano la creatività, il contatto con la natura, il confronto con l’altro , un mix di ingredienti che rendono questa esperienza unica. Sono tre i parchi visitati , il parco di educazione stradale, A Cropani marina, accanto la strada statale 106. Un percorso a bordo di mini car e mini moto che riproduce fedelmente la realtà, con la presenza di segnaletica, semafori, aree di servizio. Un mondo su misura, in cui i bambini possono provare la sensazione di trovarsi nel caos cittadino e, di conseguenza, imparare le norme del codice stradale divertendosi. La pista di mountain bike al Cepa di Isola Capo Rizzuto , gestito dalla cooperativa Terre-Joniche- Libera terra, che propone percorsi immersi nella natura dimostrandosi un attività divertente e salutare. Infine i laboratori didattici proposti dal parco botanico di Cirò studiati per far conoscere agli studenti il mondo vegetale, attraverso un approccio ludico- didattico. La finalità, infatti, è quella di educare al rispetto dell’ambiente; tramite l’osservazione e la sperimentazione diretta si costruisce nelle coscienze la consapevolezza dell’importanza di salvaguardare e conservare il patrimonio ambientale. Gli alunni diventano così consapevoli del fatto che l’uomo e l’ambiente non sono separati e che se trattiamo male la Terra, essa non solo ci restituirà il favore, ma prima o poi non potrà più darci sostentamento. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di conoscere in modo diretto gli aspetti scientifici e botanici, utilizzano le piante con attività manuali cosi da capire i mille usi. Il progetto I love Calabria è sostenuto da Fondazione con il Sud e da Fondazione Vismara e ha come soggetto capofila l’associazione Amici del Tedesco .

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK