Scheda del Progetto

L’idea progettuale si fonda su un percorso bidirezionale di costruzione di comunità e di prevenzione ai fenomeni di devianza che nasce da contesti di isolamento giovanile e/o socializzazione deviante in cui i gruppi informali di giovani si comportano come “bande” sul territorio. La costruzione di comunità si attua con gli strumenti della narrazione (orale e scritta, in forma di racconto), della rappresentazione (teatrale e grafica), della formazione e informazione (percorsi educativi e formativi) e della sensibilizzazione (momenti ludici, sportivi e culturali). Le attività si svolgono nei luoghi di aggregazione a favore di tutta la comunità, e sono particolarmente rivolte ai minori dai 6 ai 17 anni, attraverso la realizzazione di azioni trasversali di prevenzione e promozione di corretti stili di vita e azioni mirate al sostegno di processi identitari e di cittadinanza attiva. Le attività e i laboratori diventano itineranti grazie a un’ambulanza destinata al progetto denominata “Unità Mobile di Cittadinanza Attiva”. L’idea è quella di creare inclusione e cittadinanza attiva innalzando le competenze e capacità narrativo/espressive per irrobustire l’identità territoriale creando un calendario di eventi in sinergia con quelli esistenti nel territorio. Parallelamente si agirà sulle difficoltà di apprendimento e sulle capacità di socializzazione e il contrasto alle solitudini valorizzando le risorse dei partner della rete.

L’obiettivo principale del progetto è quello di sviluppare le risorse di solidarietà della comunità attraverso il coinvolgimento attivo di 40 nuovi volontari di cui almeno il 50% composto da giovani dai 16 ai 29 anni. Inoltre si sosterrà la creazione di un’organizzazione giovanile per la creazione degli eventi, grazie all’expertise del partner Radici Future, come spin-off di un corso di formazione specifico di “Organizzazione di Eventi” destinato a 15 giovani dai 16 ai 29 anni per i quali sarà prevista l’attivazione di borse lavoro. Il Progetto intende promuovere azioni nei comuni di Avetrana, Maruggio e Torricella per una durata di 26 mesi. Attraverso il coinvolgimento degli Istituti Scolastici coinvolti (2 Istituti Comprensivi e 1 Istituto Tecnico Alberghiero) sarà possibile sensibilizzare i ragazzi e le loro famiglie per la realizzazione degli eventi previsti dal progetto. In particolare:

– n° 6 eventi culturali per il “Buona Vita Social Tour”

– n° 1 Festival sulla devianza giovanile “Buona Vita Organizzata”

– partecipazione e co-realizzazione di n° 2 evento gastronomici per l’integrazione con le minoranze presenti nel territorio

– n° 1 evento sportivo per l’inclusione sociale con le disabilità

Soggetto responsabile del  Progetto:

  1. Confraternita Misericordia di Maruggio

I partner di Progetto:

  1. RADICI FUTURE PRODUZIONI SOC. COOP.
  2. Asd-Aps Maruggio Social Sport
  3. Confraternita di Misericordia di Monopoli
  4. Associazione di Promozione Sociale “Play your Place” ETS
  5. Fondazione Vanni Longo Onlus
  6. Mediterraneo Società Cooperativa Sociale Onlus
  7. T. PRO LOCO MANDURIA
  8. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE “MARIO MORLEO”
  9. Istituto Comprensivo statale “Del Bene”
  10. ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO P.A. AVETRANA SOCCORSO
  11. ISTITUTO D’ ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE MEDITERRANEO

Buona Vita Organizzata

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK