Oltre 70 cassette-nido nella Riserva del Tirone per conoscere distribuzione ed ecologia del Moscardino

Il moscardino (Muscardinus avellanarius) è un piccolo roditore arboricolo appartenente alla famiglia dei Gliridi, presente in tutta la penisola italiana.

Moscardino (Muscardinus avellanarius)

Moscardino (Muscardinus avellanarius). . Danielle Schwarz, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2802929

E’ una specie legata ad ambienti boschivi con denso sottobosco e una buona diversità strutturale e di specie arboreo-arbustive, ed è pertanto sensibile alla riduzione, frammentazione e degrado degli habitat boschivi. Pur essendo un roditore relativamente comune in gran parte del suo areale, esistono evidenze di declino in molte popolazioni europee, in particolare dell’Europa settentrionale. Anche per queste ragioni il moscardino è una specie di interesse comunitario, elencata nell’allegato IV della Direttiva Habitat 43/92/CEE ed è inclusa tra le specie protette dalla Convenzione di Berna. Anche in Italia il moscardino è una specie protetta.

Pur essendo noti molti aspetti della sua ecologia e pur essendo state studiate le popolazioni di moscardino di diverse porzioni della penisola italiana, sono ancora carenti le conoscenze sulle popolazioni dell’’Italia meridionale peninsulare.

Il moscardino è generalmente attivo di notte nel periodo che va dalla primavera all’autunno, mentre trascorre i mesi invernali in letargo. Durante i mesi di attività, realizza dei nidi di foglie e materiali vegetali in cui trascorre le ore diurne. Se sono disponibili cassette-nido è stato visto che i moscardini le colonizzano velocemente realizzandovi all’interno i propri nidi (nest in inglese, da cui il termine nest-box per indicare le cassette-nido). Per questo le cassette-nido possono essere utilizzate per studiare la specie.

Una delle cassette-nido (nest-box) posizionate nella Riserva del Tirone- Alto vesuvio

Una delle cassette-nido (nest-box) posizionate nella Riserva del Tirone- Alto vesuvio

Nido di moscardino rinvenuto in prossimità di uno dei siti di posizionamento delle cassette-nido

Nido di moscardino rinvenuto in prossimità di uno dei siti di posizionamento delle cassette-nido

Tra le azioni previste da BIOFORPOLIS ha appena preso avvio una indagine finalizzata a valutare la presenza e distribuzione del moscardino nelle principali tipologie di habitat arboreo-arbustivo della Riserva Naturale Statale Tirone-Alto Vesuvio, attraverso il posizionamento e controllo di cassette-nido disegnate per il moscardino. L’azione ha inoltre lo scopo di incrementare la disponibilità di siti idonei alla creazione di nidi estivi e di ibernazione.

Posizionamento di una delle nest-box realizzate nel progetto BIOFORPOLIS, nella RNS Tirone Alto Vesuvio

Posizionamento di una delle nest-box realizzate nel progetto BIOFORPOLIS, nella RNS Tirone Alto Vesuvio

Durante mese di aprile sono state già posizionate nella Riserva 75 cassette-nido per moscardino, per la gran parte realizzate nell’ambito del progetto nella falegnameria dell’UTCB di Caserta nella Riserva di Castelvolturno, anche con il contributo dei ragazzi e volontari del partenariato. Nei mesi prossimi le cassette-nido saranno controllate periodicamente per verificare l’eventuale presenza di nidi e di esemplari nelle cassette ed acquisire dati per studiare ecologia e distribuzione della specie nella Riserva.

 

Cassetta-nido per moscardino alla Riserva Naturale Statale Tirone-Alto Vesuvio

Cassetta-nido per moscardino alla Riserva Naturale Statale Tirone-Alto Vesuvio

Regioni

Argomenti

BIO.FOR.POLIS – Tutela Ed Incremento Della Biodiversità E Dei Servizi Eco-Sistemici E Sociali Delle Foreste Nell’area Metropolitana Napoli-Caserta

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK