Rilevamento fotografico dei mammiferi

Una delle fotovideotrappole installate alla Riserva del Tirone

Martedi scorso gli zoologi della società di ricerca ecofaunistica Lutria, partner  di BIO.FOR.POLIS, hanno installato le prime fotovideotrappole nella Riserva Naturale Statale Tirone – Alto Vesuvio. Si tratta di dispositivi dotati di un sensore di movimento ad infrarosso che rileva la presenza di corpi ‘caldi’ in movimento e attiva la registrazione di un video su un scheda di memoria. Questi strumenti registrano il passaggio di vertebrati omeotermi, cioè a sangue caldo, e consentiranno di approfondire le conoscenze sulla presenza e sulla vita dei mammiferi delle Riserve di Castelvolturno e Tirone. Consentiranno inoltre di acquisire immagini che popoleranno archivi digitali fruibili dai visitatori presso una struttura dedicata nella Riserva di Castelvolturno.

Allestimento fotovideotrappola
Allestimento fotovideotrappola

La scelta dei punti dove installare le fototrappole avviene in due fasi e a due scale spaziali. Una prima fase definisce i siti come unità spaziali macroscopiche (ad esempio quadrati chilometrici) selezionate sulle base della cartografia delle Riserve e delle tipologie ambientali. Sul campo, dopo aver localizzato il macrosito, si procede alla scelta del punto esatto dove installare la fototrappola, sulla base di una ricognizione locale di sentieri ed escrementi attribuibili ai mammiferi e delle caratteristiche che favoriscono un rilevamento ottimale.

Passaggio fauna
Passaggio fauna
Escremento di carnivoro (probabilmente una faina) individuato nel sito di allestimento della videofototrappola
Escremento di carnivoro (probabilmente una faina) individuato in uno dei siti di allestimento delle fotovideotrappole

Le fototrappole installate sono solo una parte di un set composto di diverse tipologie che, insieme all’installazione di rilevatori acustici, andrà a costituire un sistema di rilevamento automatico di immagini e suoni di animali delle Riserve. Nelle prossime uscite saranno installate anche fotovideocamere con trasmissione a distanza delle immagini, attraverso la rete cellulare. I controlli alle fotovideotrappole saranno effettuati anche insieme alle associazioni del partenariato e il sistema di rilevamento una volta completato, sarà oggetto di visita da parte di scuole e visitatori.

Regioni

Argomenti

BIO.FOR.POLIS – Tutela Ed Incremento Della Biodiversità E Dei Servizi Eco-Sistemici E Sociali Delle Foreste Nell’area Metropolitana Napoli-Caserta

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK