Ormai prossimi al via anche costruzione e posizionamento di nidi e rifugi artificiali

Finalmente il legno per la costruzione di nidi e rifugi artificiali per avifauna e mammalofauna è arrivato a destinazione, nella falegnameria del posto fisso del Corpo Forestale dello Stato nella Riserva Naturale Statale di Castelvolturno. La scorsa settimana ASOIM e Lutria hanno preso visione, sistemato e preparato il legname per la costruzione di diverse tipologie di cassette nido, rifugi e mangiatoie, alla presenza del mastro falegname dell’UTB di Caserta.

p1040433

Con lui la prossima settimana si costruiranno i primi prototipi e si discuteranno gli schemi di costruzione ed assemblaggio per poter coinvolgere al meglio e in tutta sicurezza, già a partire dalle prossime settimane, i ragazzi delle associazioni partner ed alcune scuole. Parte dei lavori di costruzione delle cassette nido saranno realizzati anche presso la falegnameria dell’associazione Il Pioppo, partner del progetto.

Nel frattempo sono state anche consegnati cassette nido e rifugi artificiali già pronti ed acquistati nell’ambito del progetto. Si tratta di diverse tipologie di nidi per uccelli, dai passeriformi a rapaci,

p1040420

p1040421

di tre diversi tipo di bat-box, di una tipologia di cassette nido per il moscardino (un piccolo roditore della famiglia dei ghiri, presente nella Riserva Naturale Statale Tirone Alto Vesuvio, sensibile alla perdita e frammentazione delle superfici forestali e specie di interesse comunitario)

p1040416

e di rifugi artificiali per il genere Martes (martore e faine) arrivati direttamente dalla Gran Bretagna.

 

Regioni

Argomenti

BIO.FOR.POLIS – Tutela Ed Incremento Della Biodiversità E Dei Servizi Eco-Sistemici E Sociali Delle Foreste Nell’area Metropolitana Napoli-Caserta

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK