Amicar Flegrea, il progetto presentato nel convegno sulla mobilità sostenibile

di

La mobilità sostenibile al Sud tra obiettivi raggiunti e nuove sfide. Se ne è parlato nel corso del convegno promosso lo scorso 22 marzo nella Sala Ostrichina della Casina Vanvitelliana di Bacoli all’interno del progetto “Amicar Flegrea”, reso possibile grazie al sostegno di Fondazione CON IL SUD, che ha messo intorno a un tavolo tecnici, associazioni e istituzioni locali, insieme per discutere di un tema tanto complesso quanto all’avanguardia.

Secondo l’Osservatorio nazionale sullo sharing mobility, esistono ancora forti differenze territoriali in relazione alla diffusione dello sharing nel nostro Paese: a fronte di una copertura di circa il 77% nei capoluoghi del Nord Italia, nelle città del Centro-Sud, la quota arriva appena al 50%, anche se il trend negli ultimi anni è in aumento, perché aumentato i servizi e le infrastrutture, e, al contempo, la sensibilità verso i temi ambientali.

È in questa direzione che va Amicar Flegrea, il progetto sostenuto da Fondazione CON IL SUD che agevola i collegamenti tra Napoli e il territorio dei Campi Flegrei, riducendo gli effetti ambientali dovuti al traffico e alle emissioni dei veicoli tradizionali.

Presentato ufficialmente proprio in occasione dell’incontro di oggi, ospitato e patrocinato dal Comune di Bacoli, il progetto con capofila Gesco, sviluppa due servizi di mobilità nell’area flegrea: uno di car sharing e l’altro, Amicare Care, realizzato per il trasporto di persone con limitata capacità motoria. È realizzato utilizzando solo mezzi full electric e si avvale della partecipazione di numerosi partner: Gesco, NHP S.R.L, Cooperativa Sociale Controvento, Università degli Studi di Napoli Federico II, EAV, Ente Autonomo Volturno, Comune Monte di Procida, Cras S.R.L, Legambiente Iride e cooperativa NClick.

Stamattina, all’iniziativa pubblica di confronto e approfondimento sul tema moderato dal giornalista Roberto Calise, hanno partecipato: il sindaco di Bacoli Josi Gerardo della Ragione, il direttore del gruppo Gesco Giacomo Smarrazzo, il responsabile Transizione Digitale dell’Ente Autonomo Volturno (EAV) Pasquale Rovito, la responsabile di Legambiente Iride Napoli Anna Savarese;  il responsabile del progetto Amicar Flegrea Vittorio De Majo, il presidente di Federalberghi Campi flegrei Roberto Laringe, il presidente nazionale di AssoSharing Luigi Licchelli, la docente di Geografia Politica al Dipartimento Studi Umanistici dell’università Federico II di Napoli Maria Paradiso.

Al dibattito è seguito, negli spazi all’aperto del Parco Borbonico, un momento di intrattenimento musicale con la direzione artistica di Massimo Jovine in cui si sono esibiti gli artisti partenopei Simona Boo e Bimbi di fumo, Federica Ottombrino, Annibale.

Regioni