Tour AntiGap a San Lucido: “Molto apprezzate le iniziative di informazione e sensibilizzazione”

di

Si sono tenute negli scorsi giorni due nuove tappe del Tour AntiGap di “A carte scoperte” nel Comune di San Lucido. Questa volta il camper di progetto, con a bordo gli esperti dell’ente partner Il Delfino, si è fermato nella piazzetta delle Nostre Stelle per due appuntamenti utili a fare informazione e sensibilizzazione.

Qui sono stati distribuiti i volantini informativi sui servizi offerti dal percorso a contrasto del gioco d’azzardo patologico nei diversi bar che la piazza ospita, oltre che ai passanti incuriositi. “Le interazioni avute con gli abitanti hanno altresì consentito di somministrare alcuni questionari e di confrontarci in merito alle caratteristiche e alla diffusione sul territorio del gioco d’azzardo. – spiegano gli esperti de Il Delfino –  Nello specifico, è stata riferita un’ elevata concentrazione, all’interno del paese, di persone che ricorrono alle scommesse sia in modo problematico che in modo patologico. Degna di nota l’osservazione di un esercente, secondo cui la natura subdola del gioco d’azzardo sembrerebbe, ormai, essersi rafforzata con l’avvento di Internet che favorisce un ulteriore occultamento del problema: per quanto la dipendenza provochi inevitabilmente l’isolamento della persona che ne è affetta, le piattaforme online consentono di scommettere nel silenzio delle proprie case, di evitare qualsiasi tipo di contatto con altri individui e di tutelarsi da sguardi indiscreti”.

Infine gli operatori hanno riferito che, anche nella tappa fatta nel comune di S. Lucido, sono state espresse opinioni favorevoli in merito al tour AntiGap e sull’importanza di fornire informazioni rispetto alla presenza di servizi che offrono supporto ai dipendenti dal gioco e alle loro famiglie.

COME CHIEDERE AIUTO – Nella provincia di Cosenza, grazie al progetto “A Carte scoperte” sono stati attivati due Centri GAP. Il primo situato in Via De Nicola a Castiglione Cosentino –  aperto ogni martedì dalle 9 alle 13 e i giovedì dalle 15 alle 19 – e gestito dalla Cooperativa sociale Il Delfino. Il secondo, invece, nella località di Tortora gestito dall’ente partner il Centro d’Accoglienza L’ULIVO in Via Fratelli Turati ed aperto ogni venerdì dalle 8 alle 13. I servizi offerti sono gratuiti. Infine, per rendere più semplice la richiesta di aiuto e per offrire un servizio anche “a distanza” di presa in carico e cura ai soggetti dipendenti dal gioco d’azzardo patologico è disponibile anche la piattaforma www.lultimapuntata.it

Regioni

Argomenti

Ti potrebbe interessare

Dal Centro GAP di Catanzaro la storia di G.: “Un anno senza gioco, un obiettivo diventato un punto di partenza”

di

Un anno senza il gioco d’azzardo patologico. Un traguardo importante per G., utente del Centro GAP di Catanzaro aperto nell’ambito del progetto...

Tour AntiGap, dal 3 novembre nuove tappe in provincia di Cosenza con gli esperti de “Il Delfino”

di

Riparte il 3 novembre il Tour AntiGap del progetto “A carte scoperte”, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e con ente capofila...

Cosenza, a Figline Vegliaturo si conclude il tour Antigap con gli esperti de “Il Delfino”

di

Si è svolta negli scorsi giorni l’ultima tappa della prima parte del Tour AntiGap del progetto “A Carte scoperte” nella provincia di...