Un’alternanza scuola-lavoro formativa e divertente

I Musei del ‘600 – dalla collezione alla rappresentazione grafica

Percorso di alternanza scuola-lavoro

LICEO ARTISTICO E COREUTICO STATALE ‘CIARDO PELLEGRINO’ LECCE

a cura di Swapmuseum

18 Dicembre 2017 – 9 Marzo 2018

 

Il progetto di alternanza scuola-lavoro, avviato nel dicembre 2017, ha coinvolto 21 studenti del III anno frequentanti l’indirizzo di Grafica. Il percorso ha voluto fornire una preparazione di base agli studenti desiderosi di accrescere le proprie conoscenze e le proprie capacità espressive nel campo della grafica. Durante il periodo di alternanza sono state infatti conferite agli studenti competenze professionalizzanti in grado di attivare un processo virtuoso di conoscenza, apprendimento, partecipazione e cittadinanza attiva. Il percorso infatti si proponeva di far conoscere ai ragazzi i contenuti culturali custoditi dai musei le cui collezioni raccontano il ‘600 (il Museo Sigismondo Castromediano, il Museo Diocesano e la Pinacoteca Caracciolo di Lecce) e di spingerli ad immaginare una linea di merchandising finalizzata ad incuriosire i più giovani e a raggiungere nuovi pubblici. Per la creazione degli elaborati i ragazzi sono chiamati a raccontare, tra creazioni e suggestioni ispirate dalla collezione, la loro visione del museo attraverso il linguaggio della grafica.

A supportare il processo creativo, alcuni designer professionisti Francesco Maggiore di BIG SUR, Alberto Giammaruco, Betti Greco e Massimo Pasca che hanno portato la propria testimonianza e hanno aiutato i ragazzi a sviluppare la propria idea con preziosi consigli. La classe suddivisa in 11 gruppi ha dato vita a 11 progetti grafici sviluppati nel corso di 68 ore. Dopo la visita presso i musei coinvolti, gli studenti hanno dapprima appreso nozioni basilari sul mondo dei musei e del marketing culturali, per poi passare allo sviluppo dell’idea, alla sua elaborazione grafica e infine alla prototipazione e all’esposizione dei gadget più interessanti.

Parola ai ragazzi:

“L’esperienza con swap museum è stata una tra le esperienze più interessanti di quest’anno scolastico. Grazie a loro abbiamo imparato il mondo del marketing uscendo quindi dal contesto scolastico e entrando a tutti gli effetti nel mondo del lavoro. E’ stata un’esperienza molto formativa in ambito grafico dato che passando molte ore a progettare e realizzare il lavoro al computer abbiamo elevato il nostro livello di conoscenza dei software. Grazie sempre a swapmuseum abbiamo visto realizzarsi i nostri progetti, ciò è stato spronante e ci ha fatto capire che tutto il nostro lavoro non si sarebbe concluso con l’alternanza ma sarebbe diventato concreto. Abbiamo avuto un rapporto molto amichevole e confidenziale con i nostri tutor e formatori. Grazie ad essi abbiamo dimenticato che il museo fosse un luogo noioso e adatto solamente a persone adulte imparando che ci si può divertire ad ogni età” Davide e Matteo

 

“L’esperienza da noi svolta con Swapmuseum è stata molto formativa,ci siamo divertite tantissimo a svolgere attività di gruppo interessanti e coinvolgenti. Abbiamo imparato molte cose sui musei e sul marketing,abbiamo conosciuto meglio il mondo della grafica confrontandoci anche con esperti del settore. Grazie a questa esperienza abbiamo conosciuto Elena ed Elisa che insieme a loro e altre collaboratrici ci hanno guidato durante tutto il percorso. Sono delle ragazza magnifiche, molto dolci ma soprattutto disponibili. La nostra esperienza è stata divisa in diverse tappe: inizialmente abbiamo visitato diversi musei scegliendo in ognuno di essi un’opera e in seguito in ognuna di esse un simbolo. Da questi simboli abbiamo estratto delle parole chiave per poi unirle tra di loro per trovare la giusta frase che ci facesse venire in mente il progetto più adatto per il museo. Da qui abbiamo ideato il logo per poi realizzarlo e applicarlo su dei gadget. Una volta fatto ciò abbiamo scelto una frase da associare ad esso divertente e d’effetto. Terminato il lavoro ognuno di noi ha fatto la presentazione ed in seguito abbiamo fatto un’intervista.Tutto ciò ci ha avvicinato ai musei facendoci comprendere che essi possono essere dei luoghi divertenti dove si possono svolgere attività interessanti e educative. E come dice il nostro slogan:”L’arte è come i ragazzi va capita!”. Beatrice e Dalila

 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK