ScreeningDays incontra il Lucrezia della Valle di Cosenza

1Dopo il Da Vinci-Nitti di Cosenza, il Selvaggi-Candela di San Marco Argentano, Il Leonardo Da Vinci di San Giovanni in Fiore, è stata la volta del Lucrezia della Valle di Cosenza ospitare il progetto Screening Days, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD nell’ambito del bando Reti Locali 2015. 2La giornata del 14 gennaio 2019 rientra nelle attività di disseminazione e sensibilizzazione alla cultura della prevenzione sanitaria e donazione degli organi dello stesso progetto. 6La giornata ha avuto inizio alle ore 10.00 con la proiezione di un  cortometraggio. Quindici minuti molto toccanti che raccontano del ritorno alla vita di un attore gravemente malato che ha beneficiato del trapianto di un organo vitale donato dalla famiglia di un giovane deceduto dopo un incidente stradale. A portare i saluti di benvenuto il dirigente scolastico, prof.ssa Loredana Giannicola. Il cortometraggio è servito da introduzione alla relazione della dott.ssa Rita Roberti, Dirigente medico UO Nefrologia e dialisi ASP Cosenza e Coordinatore locale per le attività di donazione e trapianti, sull’importanza del donare gli organi e l’utilità del trapianto. A questo intervento ha fatto seguito quello della dott.ssa Annalisa Mancuso, 7Biologa Banca Occhi Cosenza, che ha illustrato il servizio offerto dalla Banca degli occhi di Cosenza e trattato altri aspetti della Donazione degli organi. Nella seconda parte dell’incontro è toccato al dott. Franceschiello, sociologo e direttore del progetto illustrare  i capisaldi della prevenzione sanitaria, sui danni di fumo, alcool e droghe. Importante far comprendere agli studenti come sia fondamentale non fumare o non bere alcolici per condurre una vita sana e prevenire rischi oncologici. Lo stesso dott. Davide Franceschiello, ha illustrato i contenuti del progetto ScreeningDays, con si esplica il sostegno della Fondazione CON IL SUD e quali risultati sono stati raggiunti con esso. Infine è toccato alla presidente, Katia Chiappetta, della Nuova Croce Azzurra, capofila della rete di associazioni che hanno implementato il progetto, spiegare alla platea le attività della propria associazione, che sono quelle di intervento di prima assistenza sanitaria, 118, trasporto di infermi e persone con disabilità, trasporto di organi, etc. Presenti anche i volontari della altre associazioni: LILT, AVAS Presila, Croce Verde Silana, ASPA Acri, l’ASIT, l’ATC di S. Marco Argentano, l’UIC e lo IAPB di Cosenza, che hanno avuto modo di indossare e mostrare le nuove felpe con il logo del progetto e della Fondazione CON IL SUD.  Tutti gli studenti e volontari del progetto sono stati omaggiati di t-shirt e cappellini con il logo del progetto e della Fondazione CON IL SUD e degli opuscoli informativi su prevenzione sanitaria e donazione degli organi.

3 4 5 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 20

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK