Si conclude il primo corso di formazione del progetto “AMORU’. A Palazzo Butera la consegna degli attestati e la firma di due protocolli d’intesa

Si conclude con l’ultima sessione di incontri il primo corso di formazione rivolto a operatrici di sportelli antiviolenza, previsto nell’ambito delle attività del Progetto “AMORU’ – Rete Territoriale Antiviolenza – Troppo Amore Uccide”, promosso dall’ Organizzazione Umanitaria Internazionale LIFE and LIFE (LaL), ente capofila, e sostenuto da FONDAZIONE CON IL SUD – Bando Donne 2017.

Un primo percorso formativo, al quale ne seguiranno altri, aperti come questa volta gratuitamente a tutti coloro i quali vogliono approfondire le tematiche proposte per utilizzare quanto appreso nei loro diversi ambiti di intervento con e per le donne.

Le 40 partecipanti alle lezioni – una parte delle quali sta già lavorando nei tre sportelli attivati da AMORU’ a Villabate, Altavilla Milicia e Palermo – si ritroveranno venerdì 7, sabato 8  e domenica 9 giugno nei locali della cooperativa “MIGMA”, partner della Rete, in via Luigi Capitano Giorgi 3, a Bagheria, per approfondire le tematiche inerenti il loro percorso.

Nello specifico, dalle 15 alle 20 di venerdì 7 la dott.ssa Luisa Benincasa, responsabile del “Centro Armonia”, parlerà di “elaborazione del trauma e della separazione dall’aggressore/maltrattante”.

Dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 20 di sabato 8 giugno, il tema sarà “La legislazione in  materia  di maltrattamento  e  violenza  in famiglia con l’avvocato”. Lo approfondirà l’avv. Salvatore Sanfilippo.

La giornata di domenica 9, invece, servirà a capire quali sono “Gli strumenti e le metodologie nella gestione delle strutture a indirizzo segreto”. Ne parleranno, dalle 9 alle 14 e dalle 15 alle 17, la dott.ssa Valeria Segreto, la dott.ssa Marisa Gagliano e la dott.ssa Annalisa Mirabile, rispettivamente presidente, responsabile dell’area violenza di genere e assistente sociale della cooperativa sociale “Quadrifoglio”.

A conclusione delle lezioni, ci si sposterà nella Sala Borremas di Palazzo Butera, sempre a Bagheria, per la consegna degli attestati di partecipazione al corso. Cerimonia alla quale si aggiungerà anche la firma dei protocolli di intesa del progetto con i comuni di Bagheria e Montemaggiore Belsito.

Saranno presenti: i sindaci di entrambi i comuni, Filippo Tripoli e Antonio Mesi; l’avv. Brigida Alaimo, assessore ai Rapporti Istituzionali del Comune di Bagheria; la  dott.ssa Francesca Lo Bue, della direzione VII del Comune di Bagheria; Arif Hossain,  presidente dell’Organizzazione umanitaria LIFE and LIFE, capofila del progetto AMORU; Gaetano Montevago, presidente della cooperativa Sociale MIGMA; Adele Musso, presidente della sezione di Bagheria della Fidapa.

Concluderà la serata un  aperitivo offerto a tutti i presenti nel giardino di Palazzo Butera.

Amorù – Rete Antiviolenza Territoriale, al via la formazione per operatrici di rete

Una sessione delle lezioni dedicata alla presentazione del primo sportello di ascolto ad Altavilla

Al via il corso di formazione (gratuito) per operatori della rete antiviolenza organizzato dalla cooperativa “Migma” nell’ambito del progetto “Amorù – Rete Antiviolenza Territoriale – Troppo Amore Uccide”, promosso dall’Organizzazione Umanitaria LIFE and LIFE con il sostegno di Fondazione con il SUD nell’ambito del “Bando Donne 2017”.

Un primo  percorso formativo di 100 ore, pensato  con I’intento di formare adeguatamente e in modo specialistico l’operatrice che intende svolgere attività professionali e di volontariato all’interno dei servizi e/o centri antiviolenza per donne vittime di violenza di genere e nelle strutture residenziali a loro destinate.

II progetto formativo è indirizzato principalmente a chi desidera divenire “operatrice all’ascolto e all’accoglienza” nei centri antiviolenza, negli sportelli di ascolto e nelle strutture residenziali, all’interno del progetto “AMORU’. II corso prevede, infatti, l’acquisizione di competenze nella rilevazione dei bisogni delle donne che chiedono aiuto.

L’operatrice che presterà servizio presso le strutture avviate avrà il compito di effettuare un primo ascolto e accompagnare la donna nella presa in carico da parte del centro antiviolenza e/o sportello, qualora la stessa lo desideri.

l corso si svilupperà in quattro fine settimana – 15, 16 e 17 febbraio, 22, 23 e 24 Marzo, 12, 13 e 14 Aprile,  17, 18 e 19 Maggio – , nella sede della Cooperativa Sociale “MIGMA “,  in via Luigi Capitano  Giorgi  3,  a Bagheria, a partire da venerdì 15 febbraio.

Gli orari saranno i seguenti: il  venerdì dalle 15 alle 20, mentre il sabato e la domenica dalle 8 alle 14 e dalle 15 alle 20.

Gli interessati dovranno fare pervenire la richiesta di partecipazione alla mail segreteria@cooperativamigma.it, indicando nell’oggetto: “Iscrizione corso di formazione per operatori della rete”.   Dovranno, inoltre, specificare i propri dati anagrafici, la residenza, il numero di telefono e l’ indirizzo di posta elettronica.

AI termine di tutto il percorso sarà rilasciato un attestato di partecipazione valido ai fini curriculari. La consegna avverrà durante il modulo finale conclusivo, la cui data sarà comunicata sul sito web www.cooperativamigma.it oppure al fax 091.6196959.La partecipazione è gratuita.

La presentazione dello sportello di Altavilla

La presentazione dello sportello di Altavilla

Inoltre, per alcuni moduli del corso di formazione è stata inoltrata la richiesta all’Ordine degli Assistenti Sociali e all’Ordine degli Psicologi della Regione Siciliana per l’assegnazione dei crediti formativi.

Tra i momenti significativi in programma ci sarà anche la presentazione dei servizi attivati nell’ambito del progetto. Il primo sarà lo sportello antiviolenza di Altavilla Milicia. Ci si ritroverà alle 16.30 di domenica 17 febbraio in via Vittorio Veneto 11 con le associazioni partner della Rete Amorù e le istituzioni per parlare del progetto e dei passi da compiere. Saranno presenti: Valentina Cicirello, vicepresidente della “LIFE and LIFE”; la dott.ssa Liliana Pitarresi, coordinatrice della Rete Antiviolenza “Amorù”, psicologa e psicoterapeuta.

Interverranno:  Giuseppe Virga, sindaco di Altavilla Milicia; Salvatore Lo Bosco, vice sindaco di Altavilla con deleghe a Igiene e Ambiente, Coesione Sociale e Contrasto alla Povertà, Politiche del Lavoro e Sviluppo Economico, Rapporti con le Istituzioni regionali, statali e comunitari; l’assessore del Comune di Altavilla Milicia, Maria Rita Lazzara, con deleghe alla Crescita Culturale e agli Spazi culturali, alla Promozione e Valorizzazione dei Rapporti con gli Operatori di Cultura Comunali ed Extracomunitari, all’Educazione, Istruzione e Pari Opportunità; Michelangelo Pedone, assessore alle Politiche Sociali e alle Pari Opportunità del Comune  di Santa Flavia.

 

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK