Laboratorio di teatro-danza “Appunti di viaggio” @Officine Gomitoli

Il laboratorio, oltre a fornire un bagaglio di conoscenza tecnica, intende sviluppare una discussione, un confronto.

Il tema centrale condiviso con i partecipanti sarà quello del “viaggio” individuale e collettivo, reale o metaforico. Vari esercizi di consapevolezza corporea e spaziale saranno fondamentali per creare una “base” comune su cui agire e poter poi innescare una serie di percorsi didattici che porteranno all’individuazione di materiale fisico e drammaturgico che emergerà dalle sessioni di improvvisazione.

La metafora del viaggio trova particolare spazio nella letteratura di tutti i tempi, nell’arte e ultimamente anche nei testi delle canzoni. L’intero percorso di formazione avrà, come esito, un forma spettacolare in cui le varie esperienze avute si possano trasformare in racconto corale.

Da mercoledì 10 gennaio. Tutti i mercoledì ore 15.00 – 18.00 @Officine Gomitoli.

Talenti in festa @ Officine Gomitoli

Un pomeriggio in cui canto, teatro-danza e illustrazione si sono susseguiti in una serie di performances emozionanti, all’insegna dei talenti e dello stare insieme divertendosi e mettendo in atto quando condiviso nei pomeriggi di laboratorio…

Questa la festa di Officine Gomitoli…

17-12-20_DSF7613, 17-12-20_DSF7614, 17-12-20_DSF7620, 17-12-20_DSF7626, 17-12-20_DSF7628, 17-12-20_DSF7634, 17-12-20_DSF7646, 17-12-20_DSF7649, 17-12-20_DSF7651, 17-12-20_DSF7652, 17-12-20_DSF7653, 17-12-20_DSF7657, 17-12-20_DSF7663, 17-12-20_DSF7664, 17-12-20_DSF7668, 17-12-20_DSF7669, 17-12-20_DSF7676, 17-12-20_DSF7677, 17-12-20_DSF7678, 17-12-20_DSF7679, 17-12-20_DSF7681, 17-12-20_DSF7682, 17-12-20_DSF7687, 17-12-20_DSF7690, 17-12-20_DSF7691, 17-12-20_DSF7699, 17-12-20_DSF7708, 17-12-20_DSF7711, 17-12-20_DSF7714, 17-12-20_DSF7717, 17-12-20_DSF7722, 17-12-20_DSF7733, 17-12-20_DSF7734, 17-12-20_DSF7735, 17-12-20_DSF7739, 17-12-20_DSF7746, 17-12-20_DSF7747, 17-12-20_DSF7754, 17-12-20_DSF7756, 17-12-20_DSF7760, 17-12-20_DSF7775, 17-12-20_DSF7777, 17-12-20_DSF7779, 17-12-20_DSF7782, 17-12-20_DSF7784, 17-12-20_DSF7785, 17-12-20_DSF7790, 17-12-20_DSF7792, 17-12-20_DSF7793, 17-12-20_DSF7796, 17-12-20_DSF7804, 17-12-20_DSF7805, 17-12-20_DSF7806, 17-12-20_DSF7823, 17-12-20_DSF7832, 17-12-20_DSF7836, 17-12-20_DSF7839, 17-12-20_DSF7841, 17-12-20_DSF7842, 17-12-20_DSF7843, 17-12-20_DSF7849, 17-12-20_DSF7860, 17-12-20_DSF7867, 17-12-20_DSF7868, 17-12-20_DSF7872, 17-12-20_DSF7877, 17-12-20_DSF7882, 17-12-20_DSF7884, 17-12-20_DSF7885, 17-12-20_DSF7890, 17-12-20_DSF7907, 17-12-20_DSF7911, 17-12-20_DSF7912, 17-12-20_DSF7913, 17-12-20_DSF7916, 17-12-20_DSF7917, 17-12-20_DSF7919, 17-12-20_DSF7920, 17-12-20_DSF7922, 17-12-20_DSF7925, 17-12-20_DSF7926, 17-12-20_DSF7929, 17-12-20_DSF7930, 17-12-20_DSF7931, 17-12-20_DSF7933, 17-12-20_DSF7934, 17-12-20_DSF7938, 17-12-20_DSF7939, 17-12-20_DSF7942, 17-12-20_DSF7946, 17-12-20_DSF7950, 17-12-20_DSF7951, 17-12-20_DSF7957, 17-12-20_DSF7959, 17-12-20_DSF7964, 17-12-20_DSF7966, 17-12-20_DSF7968, 17-12-20_DSF7971, 17-12-20_DSF7973, 17-12-20_DSF7974, 17-12-20_DSF7978, 17-12-20_DSF7983, 17-12-20_DSF7985, 17-12-20_DSF7988, 17-12-20_DSF7991, 17-12-20_DSF7992, 17-12-20_DSF7994, 17-12-20_DSF7995, 17-12-20_DSF8022, 17-12-20_DSF8023, 17-12-20_DSF8025, 17-12-20_DSF8027, 17-12-20_DSF8029, 17-12-20_DSF8030, 17-12-20_DSF8031, 17-12-20_DSF8032, 17-12-20_DSF8033, 17-12-20_MG_0214, 17-12-20_MG_0218, 17-12-20_MG_0225, 17-12-20_MG_0228, 17-12-20_MG_0229, 17-12-20_MG_0239, 17-12-20_MG_0243,-Modifica

Gomitoli in festa – Danze, canti e disegni dal mondo

 

Officine Gomitoli apre le porte del suo centro interculturale con una festa per raccontare i laboratori artistici di teatro, canto e illustrazione frequentati da giovani, migranti, ragazze e ragazzi del territorio.

A conclusione di questo ciclo di laboratori, Officine Gomitoli mette in scena talenti per salutarsi prima delle vacanze natalizie.

In scena:

Performance Appunti di viaggio del laboratorio di teatro – danza “Riconosci te stesso”
Canti corali intonati dai ragazzi e dalle ragazze del laboratorio “Voci dal mondo”
Esposizioni artistiche del laboratorio di illustrazione “Forme Migranti”

Incontro-spettacolo con Bergonzoni @Museo MADRE

Sabato 2 dicembre, alle ore 21.00, il museo MADRE ha ospitato l’evento conclusivo della manifestazione “La città e l’ospitalità. La fatica e la bellezza”, con protagonista Alessandro Bergonzoni, che ha portato in scena un incontro-spettacolo in cui ha fatto emergere la “bellezza” dell’incontro, ma anche la “fatica” che ogni convivenza porta con sé. cogliendone le contraddizioni e la necessità, al di là di ogni possibile ipocrisia e dei rischi dei possibili luoghi comuni.

24231849_1855660888057445_913022578454559065_n 24232190_1855660794724121_8034710711661206358_n 24232915_1855661091390758_5458213538182672497_n 24293865_1855660871390780_7710009569253014656_n 24293959_1855660961390771_7155026639552696034_n 24294045_1855660798057454_293381714158267545_n 24294158_1855660791390788_7255534997902646280_n 24294185_1855661071390760_1995410150982262291_n 24294205_1855660974724103_6965820194247629045_n 24296839_1855660971390770_4810245765561040186_n 24301235_1855661201390747_3438000186391200416_n 24301256_1855661088057425_2108742830487558252_n 24312483_1855660878057446_7122047100398309780_n 24312531_1855660978057436_1530469695278568484_n 24312650_1855661064724094_8026892534133217155_n 24312901_1855660891390778_89705293295499874_n 24796754_1855660788057455_6762257672497689235_n (1) 24796754_1855660788057455_6762257672497689235_n

Workshop teatrale con Alessandro Bergonzoni @Offiine Gomitoli

Parlare di ospitalità’ in tempi di diffidenza e precarietà non è cosa facile.

Tuttavia solo nella convivenza si intravedono possibili futuri, con passione e vicinanza…

Questa l’idea di fondo con cui, Alessandro Bergonzoni, attore bolognese e autore di numerosi testi teatrali e narrativi, ha dialogato con ragazzi e ragazze del territorio, seconde generazioni e giovani con background migratorio sul tema della relazione tra “comunità” e “ospitalità”.

Nel corso del workshop, tema del “botta e risposta” tra l’attore e i/ragazzi/e è stata una riflessione sulla “bellezza” propria di ogni incontro e al contempo sulla “fatica” che ogni convivenza comporta. Al di là di ogni possibile ipocrisia o luogo comune, si è (ri)pensato all’incontro e alla convivenza tra culture, storie e persone differenti come opportunità di benessere e sviluppo per la comunità, analizzandone le potenziali inter-connesioni con esperienze e progetti di rigenerazione urbana, realmente in atto nella città di Napoli.

Ho me: ma non mi basto, non posso bastarmi. Soprattutto se il guscio protetto della mia «casa» non si apre all’accoglienza dell’altro: ovvero, all’imprevisto dell’incontro/scontro che crea – comunque – relazioni. Autentiche. Capaci cioè di sprigionare, più che “integrazioni”, interazioni dialogiche: presupposto di ogni civile convivenza che trasformi l’hostis, lo straniero e (presunto) nemico, in hospes, ospite.

Questo il filo del discorso che si è poi addentrato nell’oscillazione tra partenze e arrivi, approdi e fughe, confini e sconfinamenti; ma anche tra atavico terrore di tutto ciò che è diverso dalla rassicurante, routinaria e oppressiva quotidianità e l’apertura dello sguardo a un “oltre” che fa crollare i muri di certezze, convinzioni, (pre)giudizi lasciando aprirsi orizzonti altri. Che possono anche capovolgere, positivamente, le nostre regole.

Non sono mancati gli illuminanti giochi di parole di Alessandro Bergonzoni, che ci ha apertamente invitati tutti a praticare uno sport: “il salto in ALTRO”…ad “abitare l’infine e non il confine” e che ci ha ricordato, infine, che la “mano che uccide di più non è quella destra o quella sinistra, ma la man/canza”…

24231749_1855655628057971_8755138623333621592_n 24293933_1855655711391296_9025224416162177084_n 24294118_1855655544724646_423763955480392556_n 24294319_1855655538057980_6379289036062891208_n 24296371_1855655448057989_4955916164562120686_n 24296385_1855655608057973_728713586830444007_n 24296386_1855655804724620_5449180663232677073_n 24296585_1855655684724632_1895649250702717308_n 24296773_1855655708057963_6991598614670699510_n 24301171_1855655611391306_1144855312271007504_n 24301452_1855655451391322_1411415468352546873_n 24312489_1855655774724623_7833433596209928770_n 24312529_1855655458057988_4164691873116961769_n 24312701_1855655808057953_4404863050907725456_n 24312951_1855655541391313_3283384170910272690_n 24775049_1855655454724655_1466027943069652590_n 24796337_1855655624724638_1748376918929370362_n 24796408_1855655534724647_7730422745791795542_n 24796506_1855655698057964_7826712158951522380_n

“La città e l’ospitalità. La fatica e la bellezza”: Alessandro Bergonzoni @Officine Gomitoli

Tre giorni di confronto, visioni e cultura sul tema: “La città e l’ospitalità: la fatica e la bellezza” che hanno ruotano intorno a cinque appuntamenti:

Il 30 novembre al pomeriggio con il coinvolgimento di alcune scuole della città: proiezione del film”Welcome” di Philip Loiret. Proiezione accompagnata dagli interventi di Gennaro Carillo, Paola Clarizia, Patrizia Cotugno e Tania Castellaccio

Il 1 dicembre, alle ore 17.00: Workshop teatrale rivolto agli studenti delle scuole coinvolte nell’iniziativa con Alessandro Bergonzoni.

Il terzo e quarto appuntamento sabato 2 dicembre al mattino: alle ore 10.30 con l’inaugurazione della mostra di Francesco Tullio Altan, che ci ha regalato la disponibilità ad esporre 18 sue vignette sui temi dell’immigrazione, della convivenza e della multiculturalità.
A seguire, un momento di confronto tra studenti e città con Aldo Bonomi (AAster), Maria Grazia Giannichedda (Direttore della Fondazione Basaglia), Carlo Borgomeo (Presidente Fondazione con il Sud), Domenico Ciruzzi (Presidente fondazione “Premio Napoli), Alfredo Guardiano (Astrea).

Sabato 2 dicembre alle ore 21 Alessandro Bergonzoni presente per un incontro/spettacolo con la città, al Museo MADRE. Museo d’arte contemporanea Donnaregina.

Parlare di ospitalità’ in tempi di diffidenza e precarietà non e’ cosa facile. La paura per un futuro che appare sempre più incerto, insieme alla sensazione di correre il costante rischio di scivolare in processi di marginalità ed esclusione sono sensazioni che riguardano fasce ampie della popolazione, ben oltre le sfere della povertà e della vulnerabilità economica più tradizionali.

La rabbia di chi si sente abbandonato dalle istituzioni e di chi non accetta gli effetti di una crisi disuguale spingono le comunità’ locali a chiudersi. A vivere come faticoso qualsiasi sforzo di convivenza e a percepire l’altro differente più come minaccia che non come risorsa.

Ma d’altra parte e’ del tutto evidente che solo nell’incontro, nei movimenti, nella disponibilità al meticciato si intravedono possibili futuri e soprattutto la possibilità di immaginare il consolidamento di relazioni civili e democratiche. Di pensare a città e luoghi in grado di produrre benessere collettivi e opportunità di relazione e bellezza

Su queste tematiche, abbiamo organizzato tre giorni di confronto, visioni e cultura sul tema: “La città e l’ospitalità: la fatica e la bellezza”.

Appunti di viaggio @Officine Gomitoli

Il mito ci aiuta a comprendere l’oggi, a dare voce e immagine a situazioni e paure dell’animo.

Partendo da questa convinzione, il laboratorio teatrale “Riconosci te stesso” ha provato a guardare il “mito” di Ulisse attraverso molteplici sguardi, tutti quelli dei ragazzi e delle ragazze che, partecipando al laboratorio, hanno raccontato il proprio viaggio personale…

Quello interiore verso sè stessi…

Quello per arrivare in Italia da posti lontani…

Quello in cui si è attraversata la morte e si è visto morire…

Quello in cui ci si è riconosciuti uguali e diversi da tutt*…

Così la storia di Ulisse, che attraversa il mare è diventata la storia di Ahmed, di Alessia, di Suleyman, di Gift che partono e arrivano in luoghi diversi ma cercando tutt* la stessa cosa: CASA.
Così la storia di Telemaco che aspetta il ritorno di suo padre Ulisse, guardando il mare, è diventata la storia di tutt* coloro che aspettano qualcuno o di ritornare da qualcuno…                                                                                                        Così il vento e le onde hanno raccontato di come è difficile vivere la guerra…                                                                    Così tutt* hanno narrato la storia di una propria attesa e di un proprio ritorno…fisico, spirituale, emotivo…

Nella costruzione di questi “Appunti di viaggio” racconti corali e immagini si sono fuse e mescolate in un’armonia narrativa fatta dell’immediatezza delle immagini del sogno e  di quella delle immagini mitologiche…

In un linguaggio teatrale sposa varie lingue…nel loro essere innanzitutto esperienza emotiva, percorso di conoscenza dell’individuo, rispetto a se stesso e alla sua relazione con l’esterno, con il mondo, con l’altro…

   IMG_8413 IMG_8414 IMG_8415 IMG_8416  IMG_8418                IMG_8638 IMG_8639      IMG_8701 IMG_8702 IMG_8703 IMG_8704 IMG_8707 IMG_8708 IMG_8709 IMG_8716 IMG_8717 IMG_8718    IMG_8878 IMG_8879 IMG_8880 IMG_8881 IMG_8882 IMG_8883 IMG_8884 IMG_8885 IMG_8886 IMG_8887 IMG_8888 IMG_8889 IMG_8890 IMG_9130 IMG_9131 IMG_9132 IMG_9230 IMG_9231  IMG_9233 IMG_9234 IMG_9235 IMG_9236 P1010855 P1010856 P1010858 P1010859 P1010860 P1010861 P1010862 P1010863 P1010864 P1010865 P1010866 P1010867 P1010869 P1010870 P1010871 P1010873 P1010874 P1010875 P1010876 P1010877 P1010878 P1010879 P1010880 P1010881 P1010882

Un viaggio dentro l’Odissea @Officine Gomitoli

Un viaggio all’interno dell’Odissea… recitata rigorosamente in versi riadattati, che narra delle avventure di Ulisse tra non solo gli incontri con il Ciclope Polifemo, la maga Circe, le Sirene ammaliatrici, Scilla e Cariddi ma fa fuoriuscire anche le idee di “casa”, “guerra”, “affetto”, “famiglia”, “paura”, “gioia”…

Cosa dunque ci accomuna ad Ulisse, che per le sue abili astuzie era conosciuto tra gli uomini e la sua fama saliva al cielo? Il bisogno di viaggiare, di tradire e di pentirsi d’averlo fatto, la necessità di radici e di mura a cui tornare.

Un uomo tra gli uomini anche quando, grazie all’intelligenza e al calcolo delle cose da fare per sopravvivere, cerca di cambiare la propria sorte…

22855438_10212752068308660_1748756349_n 22855468_10212752068588667_1899604301_n 22855475_10212752068108655_811429906_n 22855481_10212752068508665_1659779049_n 22855536_10212752068028653_409048523_n 22855537_10212752067828648_108506088_n 22855566_10212752068628668_196141984_n 22855610_10212752066748621_1194040605_n 22855850_10212752068708670_78222463_n 22883081_10212752066708620_1482344835_n 22883192_10212752067948651_737917965_n 22883384_10212752067548641_291912484_n 22883452_10212752066988627_2039307987_n 22894594_10212752067508640_1004523486_n 22894676_10212752067988652_3682958_n 22901340_10212752068388662_325338062_n 22901416_10212752068188657_182059259_n 23022147_10212752067428638_1703224357_n 23023673_10212752067788647_797219003_n 23023676_10212752067748646_21449835_n

 

“Ri-conosci te stesso” – Il viaggio di Ulisse @Officine Gomitoli

Raccontare agli altri una canzone…un brano recitato…una danza del proprio Paese d’origine che ricorda il viaggio…in tutte le sue forme.

Canzoni che ricordano di comportarsi bene nel luogo in cui viaggia…

Poesie dedicate alla mamma lontana, chè sia sempre protetta…

Scene di vita vissute alla vigilia di un viaggio importante e raccontate attraverso il teatro…

Fino ad arrivare a lui, il viaggiatore per eccellezza: Ulisse?

Chi è costui?

Cosa conosciamo di lui?

E del suo viaggio?

Così si comincia leggendo insieme alcuni passi dell’Odissea e raccontandoseli cominciando a metterli in scena…

#OfficineGomitoli

22554606_10212677126195154_2064548381_n                                                           22627385_10212677125635140_1764897953_n 22627514_10212677125795144_698493337_n                                                           22635158_10212677126155153_1486954680_n 22635190_10212677125715142_1570723386_n                                                          22686630_10212677126795169_11216728_n

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK