I volontari del progetto la Sicurezza come Bene Comune

All’interno del progetto La Sicurezza come Bene Comune operano circa 25 volontari che con il loro agire solidale danno sostegno in tutte le fasi dell’intervento sociale. A volte soltanto lavorando dietro le quinte, in modo discreto, altri invece sono in prima linea sia nei seminari che nelle attività di front-office, oppure rispondendo in modo professionale agli utenti del numero verde. A loro è dedicato questo piccolo reportage fatto di foto e di momenti di condivisione e collaborazione.

Il presidente Anteas Cosenza con  due storici volontari  cosentini

Il presidente Anteas Cosenza con due storici volontari cosentini

Un momento di pausa dopo il seminario

Un momento di pausa dopo il seminario

Una volontaria Anteas Cosenza

Una volontaria Anteas Cosenza

Una volontaria dell'Anteas Castrovillari durante il Seminario in  città

Una volontaria dell’Anteas Castrovillari durante il Seminario in città

 

 

 

 

 

 

 

I volontari delle Anteas partner di progetto, in prima fila durante la conferenza stampa

I volontari delle Anteas partner di progetto, in prima fila durante la conferenza stampa

Fortunato, il reporter ufficiale del progetto La Sicurezza Come Bene Comune

Fortunato, il reporter ufficiale del progetto La Sicurezza Come Bene Comune

 

 

Il gruppo dei volontari Anteas di  Luzzi

Il gruppo dei volontari Anteas di Luzzi

La preparazione  del catering  offerto dopo il seminario

La preparazione del catering offerto dopo il seminario

L’aiuto “donato” produce in chi lo offre e porta a chi lo riceve un messaggio positivo sulla sua vita: chi dona infatti investe senza tornaconto e a fondo perduto su un’altra persona e sul suo cammino di vita.  La capacità di donare ci libera dal dilagare delle logiche economiche del profitto e del tornaconto “esclusivo” ed “escludente”. Il Donare evidenzia la libertà di poter disporre di se stessi e delle proprie risorse per un bene che, non essendo particolare o esclusivo, è un “bene comune” al quale si ha la possibilità di contribuire.

a cura di Gabriella Dragani

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK