Al fianco degli anziani, Anteas e Forze dell’Ordine

Il Vice-Questore Mario Lanzaro della Questura di Cosenza

Il Vice-Questore Mario Lanzaro della Questura di Cosenza

L’Anteas Cosenza, da sempre attenta alla sicurezza dei cittadini e a temi ed emergenze sociali, condivide – attraverso il progetto “La Sicurezza Come Bene Comune” – con le Forze dell’Ordine ed in particolare con Polizia di Stato, Questura di Cosenza, la mission di essere al fianco dei cittadini per aiutarli a comprendere meglio i pericoli che circondando tutti. La Polizia di Stato ha come obiettivo la sicurezza dei cittadini e la repressione dei crimini, ma negli ultimi anni ha iniziato un percorso attento anche alla prevenzione degli stessi attraverso campagne di comunicazione.

Il Commissario Capo della Polizia di Stato Francesco Falcone

Il Commissario Capo della Polizia di Stato Francesco Falcone

Negli ultimi anni, per via del crescente numero di truffe agli anziani, in special modo nel periodo estivo, la Polizia di Stato ha intrapreso una campagna di comunicazione per contrastare tale fenomeno. La PS si pone al fianco degli anziani offrendo consigli e suggerimenti agli over per non cadere negli inganni dei malintenzionati, persone scaltre e senza scrupoli, che approfittano spesso della loro solitudine per inscenare grotteschi raggiri e concludere vere e proprie truffe. Avvertimenti e raccomandazioni che vogliono proteggere anche dalle pesanti conseguenze psicologiche.

 

Il commissario Capo della Polizia di Stato Giuseppe Massaro

Il commissario Capo della Polizia di Stato Giuseppe Massaro

La Dirigente della Polizia di Stato, Raffaella Pugliese

La Dirigente della Polizia di Stato, Raffaella Pugliese

 

 

 

 

 

 

 

Vogliamo qui citare la frase pronunciata all’ultimo seminario dal Vice-Questore Raffaele De Marco a conclusione del Seminario svoltosi presso il Centro anziani di Via Popilia a Cosenza “Anche se non abitate con i vostri anziani fatevi sentire spesso e interessatevi ai loro problemi quotidiani. Ricordate loro sempre di adottare tutte le cautele necessarie nei contatti con gli sconosciuti. Se hanno il minimo dubbio fate capire loro che è importante chiedere aiuto a voi, ad un vicino di casa, ad un congiunto oppure contattare il 113. Ricordate che, anche se non ve lo chiedono, hanno bisogno di voi.”

Il Vice Questore Raffaele De Marco

Il Vice Questore Raffaele De Marco

 

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK