Le politiche di governance dei Piccoli Comuni Welcome

Tavolo di lavoro per i Sindaci dei Piccoli Comuni del Welcome.
Ospiti della Masseria Fontana dei Fieri di #PietrelcinaAngelo Moretti, Direttore generale del Consorzio Sale della Terra Benevento e Referente della Rete dei PCW, Giuseppe Addabbo, Sindaco di #Molinara; Domenico Masone, Sindaco di Pietrelcina; Alessandro Delli Veneri, per il Comune di MorconePasquale Pisano, Sindaco di San Martino Valle Caudina con Pino Mista; Giuseppe Antonio Ruggiero, Vicesindaco di Foiano di Val Fortore.
Al tavolo anche Costantino Boffa, Francesco Todisco e Michele Pietraroia.
Strategia nazionale per le aree interne#SIBaTer, Paniere del Welcome, Piano 20-20-20, progettazione strategica europea, Agenda 2020: questi i temi in discussione.
Consegnate ai Sindaci le schede redatte sul modello del “Vademecum SIBaTer” per l’individuazione specifica di terreni e case rurali.
Ricordiamo che il “Supporto Istituzionale alla Banca delle Terre” (SIBaTer), è un progetto finanziato dal PON Governance 2014-2020 con cui il Governo ha affidato ad Anci il compito di supportare i Comuni del Mezzogiorno nello svolgimento delle funzioni attribuite loro dalla legge nazionale istitutiva di “Banca delle Terre” (art. 3 DL “Mezzogiorno” convertito in Legge 123\2017).
La Banca delle Terre, infatti, è uno strumento che consente ai Comuni di creare opportunità occupazionali e di reddito per i giovani residenti, attraverso:
• la generazione di proposte imprenditoriali di valorizzazione del patrimonio pubblico di terre e di immobili;
• l’incentivazione dell’imprenditoria giovanile sul proprio territorio.
I Comuni delle Regioni #Abruzzo#Basilicata#Calabria#Campania#Molise#Puglia#Sardegna e #Sicilia dovranno pubblicare avvisi per l’assegnazione in gestione dei beni del proprio patrimonio immobiliare e di terre che risultino in stato di abbandono da lungo tempo, dopo averne effettuato il censimento.
La concessione dei beni avviene sulla base di progetti di valorizzazione presentati da giovani in età 18-40 anni in risposta agli avvisi pubblicati dai comuni. Per progetti di valorizzazione s’intendono l’avvio e lo svolgimento di attività artigianali, commerciali e turistico-ricettive.
Queste politiche di governance SIBaTer, peraltro, incontrano l’azione già attiva nella Rete dei Piccoli Comuni Welcome di fondazione di Cooperative di comunità che, in collaborazione con il Comune, recuperano edifici e terre incolte per lo sviluppo di agricoltura coesiva e di alberghi diffusi per percorsi di turismo esperienziale.
Moretti, nell’illustrare ai Sindaci, a Boffa e a Todisco il “Paniere del Welcome” del progetto “Piccoli Comuni del Welcome” ha, pertanto, evidenziato ai Sindaci la necessità di ampliarne le disponibilità grazie all’utilizzo di maggiori quantità di terreni nei quali impiantare nuove colture.
Sorpresa e ammirazione da parte di tutti per il piccolo impianto di produzione di marmellate installato nella Masseria “Fontana dei Fieri” di Francesco Boffa finanziato sia da Fondazione CON IL SUD con il progetto “Piccoli Comuni Welcome” che dalle risorse finanziarie rivenienti dalla voce “Fondi per l’integrazione” degli undici progetti #SPRAR di cui è titolare la Rete di Economia Civile “Sale della Terra”.

In tema di “Piano 20-20-20”, invece, cosiddetto “Pacchetto Clima-Energia 20 20 20” entrato in vigore a giugno 2009 e che sarà valido fino al 2020, sono stati illustrati i tre obiettivi:
• – 20% emissioni di gas a effetto serra
• – 20% di domanda di energia
• + 20% energie rinnovabili.
#PiccoliComuniWelcome, prendendo spunto anche dal “Patto dei Sindaci per il clima e l’energia” (il più grande movimento, su scala mondiale, delle città per le azioni a favore del clima e l’energia che riunisce, ad oggi, oltre 7.000 enti locali e regionali in 57 Paesi), si sono impegnati, tra le altre cose, anche ad individuare terreni dove installare impianti di energie rinnovabili.
Francesco Todisco ha spiegato tutte le potenzialità del “Tavolo delle Aree interne” che comincerà i propri lavori il #23luglio prossimo. Resta, infatti, ancora da definire l’inserimento dell’area interna del Fortore campano, mettendolo in rete con il Molise e con la Puglia.
Costantino Boffa ha infine auspicato che la realtà dei territori della Rete dei Piccoli Comuni Welcome sia naturalmente candidata al progetto della SNAI Tammaro-Titerno.

Al termine dei lavori, presentato il Jazz Sotto le Stelle Pietrelcina Festival.
Domenico Masone, sindaco del paesino di #PadrePio, abbracciandolo, ha detto “Accolgo Ismaila – sous-chef dello Chef narrante Emilio Pompeo di Fontana de Fieri – come accoglierei un sous-chef proveniente da Napoli o da un’altra città italiana. Alle persone che arrivano si dice “welcome” perché sono il nostro futuro”.

I Comuni aderenti alla “Rete dei Piccoli Comuni Welcome”, lo ricordiamo, sono:
1) BENEVENTO
2) SAN GIORGIO DEL SANNIO
3) PIETRELCINA
4) ROCCABASCERANA
5) PETRURO IRPINO
6) VITULANO
7) CHIANCHE
8) BASELICE
9) SAN MARCO DEI CAVOTI
10) SASSINORO
11) SAN GIORGIO LA MOLARA
12) SAN NICOLA MANFREDI
13) SANTA PAOLINA
14) CASTELPOTO
15) TORRECUSO
16) LARINO
17) CAMPOLATTARO
18) SAN BARTOLOMEO IN GALDO
19) SAN MARTINO VALLE CAUDINA
20) JELSI
21) FOIANO IN VALFOTORE
22) CASTELVETERE IN VALFOTORE
23) MOLINARA
24) FELTRE
25) ROSETO IN VALFORTORE

#photoGianpaolo De Siena (la serata), Danilo Travaglione (tavolo sindaci)

Gabriella Debora Giorgione, Direttore comunicazione “Manifesto” e “Rete dei Piccoli Comuni Welcome”.

 

4f63d47e-c2de-4bed-a786-9f844f19e7be 18d27716-de6b-46ea-bf31-f3aaba74acda 47af6499-c4bb-4885-93e6-e8e85f12b703 820a21de-1a53-43a1-aeea-94c2d7810a38 3391b664-3016-4790-9fca-16cebfbdaa48 4534c4ba-a88c-40e0-92ff-497d1ccb0467 a9e7e666-d426-4b08-a4ba-68ffd568a0b6 a5858c07-6857-4e3f-b854-f888621eb1a0 ca3b10dd-31b5-4e63-82c7-dd57c1598ebb f7541da4-d897-4a8d-947d-9c7341d4e1b2 fb78dce5-0396-4829-a609-299ca278dfda

Cooperativa di Comunità Pietrelcina: la formazione

Anche per la costituzione della Cooperativa di Comunità di Pietrelcina è iniziato il corso di formazione nell’ambito del Progetto “I Piccoli Comuni del Welcome” – Iniziativa immigrazione 2017 di Fondazione con il Sud.

Diciannove i partecipanti, divisi tra giovani residenti nel territorio locale e giovani beneficiari dello SPRAR (Sistema di Protezione Richidenti Asilo e Rifugiati) di Pietrelcina.

Al tavolo formatori, il Prof. Francesco Vasca, Ordinario di “Automatica”, la Dott.ssa Vincenza Esposito, Ricercatrice di “Organizzazione Aziendale”, la Dott.ssa Concetta Nazzaro, Ricercatrice di “Economia ed Estimo Rurale”, il Dott. Matteo Rossi, Ricercatore di “Finanza Aziendale”, il Dott. Angelo Riviezzo, Ricercatore di “Economia e Gestione delle Imprese”, tutti dell’Università degli Studi del Sannio di Benevento.

La Cooperativa di comunità punta sui cittadini: essi sono produttori e fruitori di beni e servizi che influiscono in modo significativo sulla qualità della vita sociale ed economica della comunità. Essa genera così coesione sociale, attivando connessioni tra attività di singoli cittadini, imprese, associazioni e istituzioni, soddisfacendo le diverse esigenze presenti sul territorio, con l’obiettivo di apportare vantaggi a favore di tutta la comunità locale.

L’interazione avvenuta tra docenti e partecipanti ha fatto emergere le prime idee e riflessioni sulle tipologie di attività, servizi e imprese da creare, utilizzando le potenzialità del territorio e le risorse materiali e umane che il gruppo operativo ha a disposizione. E’ nata anche l’idea creare un albergo diffuso e di rivalorizzare la Villa comunale di Pietrelcina con l’apertura di un chiosco e la riutilizzazione degli spazi verdi e ludici.

Attraverso la consultazione e lo studio ricerche statistiche e dati di mercato riguardanti il territorio di Pietrelcina, il gruppo di lavoro ha affrontato l’analisi di mercato, finalizzata a delimitare l’area strategica d’affari (ASA), ad analizzarne  le potenzialità (analisi del trend della domanda presente e futura), ad analizzarne la situazione competitiva (analisi del settore, a definirne le basi del vantaggio competitivo (analisi dei fattori critici e di successo), a formulare la strategia di marketing (segmentazione, targeting, posizionamento) e a definirne i programmi operativi di marketing (prodotto, prezzo, promozione, distribuzione). E’ stata, infine, approntata l’analisi SWOT, strumento attraverso il quale sono stati valutati i punti di forza (Strengths), le debolezze (Weaknesses), le opportunità (Opportunities) e le minacce (Threats) del progetto.

Il gruppo di lavoro ha completato, infine, la stesura del progetto, compilando la parte relativa al team e all’organizzazione, suddividendo le professionalità a disposizione per le due attività: l’albergo diffuso e la villa comunale.

Gabriella Debora Giorgione (su report di Alba Zenca)

 

 

 

LOGO PCWWhatsApp Image 2019-04-06 at 16.23.12 (11)WhatsApp Image 2019-04-06 at 16.23.12 (2)IMG-20190327-WA0023 (1)IMG-20190327-WA0020

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK