A Foggia quattro progetti per “Non sono un murales – Segni di comunità” con “iDo – Io faccio futuro”, “Foggia Children”, “L’isola che c’è” e “RiGenerAzioni”, progetti sostenuti da Fondazione CON IL SUD e Impresa Sociale Con i Bambini.

di

Saranno quattro i murales inaugurati a Foggia il 1° ottobre in occasione della nona Giornata Europea delle Fondazioni. L’iniziativa rientra in “Non sono un murales – Segni di comunità”: un evento (promosso da Acri con le Fondazioni di origine bancaria) diffuso in 120 luoghi d’Italia, che vedrà coinvolte diverse comunità nella realizzazione di un’opera d’arte corale. Bambini, ragazzi, artisti, insegnanti e persone con disabilità realizzeranno un murales, reinterpretando in chiave personale uno stencil creato per l’occasione dallo street artist LDB.

A Foggia gli interventi saranno realizzati grazie all’attività dei progetti “iDo – Io faccio futuro”, “Foggia Children”, “L’isola che c’è”, “RiGenerAzioni” – sostenuti da Fondazione CON IL SUD e Impresa Sociale Con i Bambini – e verranno eseguiti in quattro diversi luoghi della città: due scuole, un oratorio e un parco. Luoghi in cui, grazie alla “messa in rete” di organizzazioni del Terzo settore e Istituzioni, si realizza l’attività quotidiana di attivare le comunità per prendersi cura del territorio, dei bambini, dei giovani e dei soggetti più fragili, innescando percorsi di partecipazione e di solidarietà che aiutino a ripartire, tutti insieme.

A misura d’uomo” è il titolo scelto per il murales di “iDo-Io faccio futuro” – progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD che mira a favorire l’autonomia e l’inclusione lavorativa di bambini e ragazzi affetti da autismo e disturbi psicosensoriali – che sarà realizzato all’interno del cortile della Scuola Primaria e Infanzia plesso “San Lorenzo” – ICS “da Feltre – Zingarelli”. La scuola è stata scelta perché rientra tra i 15 istituti scolastici convenzionati con il progetto iDo ed è situata in una delle zone periferiche e complesse della città. A realizzare l’opera sarà Pietro di Terlizzi, direttore dell’Accademia di Belle Arti di Foggia, insieme ai collaboratori dell’Accademia, ad un gruppo di Writers, agli alunni della scuola “San Lorenzo” – ICS “da Feltre – Zingarelli”, agli educatori della Cooperativa Ghenos, ai ragazzi del Progetto iDo, ai bambini e ragazzi dell’associazione iFun. I laboratori si svolgeranno dalle 10.30 alle 12 e dalle 16.30 alle 18, per permettere a tutti (anche alle famiglie) di partecipare. Durante la giornata ci saranno anche letture a cura della sezione ragazzi della Biblioteca “La Magna Capitana”.

Sono due i murales realizzati dall’artista Marco Lagonigro per i progetti “Foggia Children” e “L’isola che c’è”, entrambi sostenuti da Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

Il murales per il progetto “Foggia Children” sarà realizzato negli spazi della Scuola “S. Ciro”. In occasione dell’inaugurazione in programma alle ore 11 ci sarà l’esibizione rap su un testo realizzato dai bambini della San Ciro ispirato al murales del progetto.

Il luogo delle relazioni” è, invece, il titolo del murales realizzato a Parcocittà per il progetto “L’isola che c’è”. L’inaugurazione si terrà alle ore 9, sarà presente una rappresentanza bambini e insegnanti della scuola “Catalano” che hanno collaborato alla realizzazione attraverso un laboratorio educativo dedicato.

L’educazione è cosa del cuore – frase del santo educatore Don Bosco” è il titolo scelto per il murales che sarà realizzato nell’Oratorio salesiano del Sacro Cuore per il Progetto RiGenerAzioni, capofila Aps Sacro Cuore, sostenuto da Impresa Sociale Con i Bambini, che si propone di creare una comunità educante nel Rione Candelaro di Foggia. A realizzare l’opera sono stati i ragazzi del laboratorio di comunicazione del progetto e dell’oratorio salesiano del Sacro Cuore  insieme allo street artist Johnny Soend. L’inaugurazione del murales si terrà alle ore 19.

Venerdì 1° ottobre i referenti dei quattro progetti – Maurizio Alloggio (progetto iDo), Rita Amatore (L’isola che c’è), Simona Padalino (Foggia Children), Massimo Marino (RiGenerAzioni) – saranno presenti nei quattro luoghi della città in diversi orari: alle ore 9 a Parcocittà, alle 11 c/o la Scuola “S. Ciro”, alle 10.30 e alle 16.30 c/o la Scuola Primaria e Infanzia plesso “San Lorenzo” – ICS “da Feltre – Zingarelli”, alle 19 all’Oratorio salesiano del Sacro Cuore. Insieme agli autori delle opere presenteranno alla cittadinanza il percorso che ha portato alla loro realizzazione e i valori che ispirano l’attività quotidiana dei diversi progetti.

L’obiettivo comune è celebrare questa giornata coinvolgendo la comunità e attuando processi di cambiamento in città, a partire dalle storie che lasciano il segno.

Proprio per questo i murales rimarranno come una traccia nello spazio urbano e saranno sempre abbinati a un qr code, per chiunque voglia approfondire e scoprire tante altre esperienze simili trovando tutte le informazioni sul sito dedicato.

Il programma completo della giornata e dei luoghi in cui verranno realizzate le opere sono sul sito www.nonsonounmurales.it.

#nonsonounmurales

 

Regioni

Ti potrebbe interessare

I ragazzi del progetto iDO e la comunità. Dopo aver realizzato le mascherine le donano all’A.G.A.P.E

di

Negli ultimi tempi i ragazzi del progetto iDO hanno incontrato le giovani e creative imprenditrici di iPez, Federica Tonti e Giulia Ricciardi. È nato...

iFun celebra via social la Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo.

di

In occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo iFun, associazione di promozione sociale di genitori di figli con autismo e disturbi...

iFun celebra via social la Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo.

di

iFun, l’associazione di promozione sociale di genitori di figli con autismo e disturbi psicosensoriali, anche quest’anno mette in campo – nell’ambito del...

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK