La nostra Storia del Mese: Luglio e Sab Kuch Milega

Tutto è possibile

Un motto, ma anche uno stile di vita, di approccio al sociale, di guida all’insegnamento delle arti.

Sab kuch Milega, in Hindi letteralmente “Tutto è possibile”, è anche il nome scelto da un’associazione nata nel 2010 che promuove l’aggregazione sociale attraverso la condivisione della cultura, in tutte le sue forme, tramite l’organizzazione di eventi, laboratori ed attività dedicate.
“L’Associazione Sab kuch Milega – ci spiega il suo Presidente Gianluca Guarino –  è particolarmente sensibile alle esigenze degli artisti e dei bambini ed è impegnata nella promozione di attività culturali e di formazione, in particolare nell’ambito musicale e teatrale.”
La valorizzazione della diversità – in un contesto locale e internazionale sempre più spesso multietnico e multiculturale – è uno degli obiettivi primari dell’Associazione e si concretizza sia dal punto di vista dell’organizzazione, sia della fruizione degli eventi, con una consistente cooperazione e partecipazione delle comunità migranti napoletane.

“Il nostro obiettivo, il motivo che ci spinge quotidianamente a impegnarci in questo territorio” – continua Gianluca – “ è quello di creare una nuova comunità capace di trasferire ai bambini il sapere dell’immaginario; offrire ai bambini ogni conoscenza in nostro possesso è per loro fonte di crescita e di autoconsapevolezza del “poter fare” in un quartiere, “il proprio quartiere” ,spesso vittima del degrado e dell’abbandono.”
Da qui l’esigenza di una Compagnia di Teatro Stabile per i bambini del quartiere Mercato e conseguentemente la necessità di ridare a questa zona l’immagine di un tempo, quella cioè di un luogo storico d’incontri, relazioni e  scambi commerciali  e culturali; ridar vita a questi  luoghi e restituire il territorio agli abitanti.

Gli sforzi dell’associazione, che spesso trasforma queste performance in veri e propri video che rappresentano al meglio questa sinergie tra il quartiere vero e proprio e i bambini che vi abitano, e il sostegno fornito dalla Fondazione di Comunità del Centro Storico di Napoli, hanno reso possibile l’inizio di un laboratorio di sperimentazione artistica nell’anno 2014/2015 , dando opportunità a questa grande e sensibile realtà di esistere.

I disagi non mancano, soprattutto a fronte della mancanza di materiale di scena e strumentazione minima necessaria, superati però con il sacrificio degli artisti che  hanno donato tempo, capacità, ma anche amore e fiducia, ottenendo un giusto riscontro.
“La  precarietà di un progetto della durata di un solo anno – conclude Gianluca – può porre le basi di un ottimo lavoro, ma se non coltivate queste rischiano di restare solo un bel ricordo, per questo è necessario un impegno concreto e costante, soprattutto in realtà cosi complicate ma cosi ricche di potenzialità!

Il ricordo più bello?  Trasformare il gioco del “mundialito” , di norma “uno contro tutti”, in lavoro di gruppo con il rispetto e la fiducia reciproca; un traguardo emozionante per tutti noi!”

Attualmente l’ass. Sab Kuch Milega collabora con le realtà presenti sul territorio di Materdei per la rivalutazione del quartiere e del centro storico di Napoli con la realizzazione di eventi artistici e culturali, partecipa alla riqualificazioni di alcune aree e parchi del territorio campano, e promuove la street art quale testimonial di un passaggio d’arte storico contemporaneo.

Regioni

Argomenti

Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK