Coltiviamo l’amicizia, l’orto biologico e il vigneto di Carignano

LUOGO: Sardegna – Carbonia Iglesias
CONTRIBUTO: € 160.000

DESCRIZIONE:

Il progetto vuole rafforzare il servizio di accoglienza offerto dalla Comunità Familiare Educativa per Minori (CAFEM) “le Mimose”, che ospita ragazzi provenienti dal circuito penale. Si tratta di ragazzi con storie personali molto difficili, che spesso non frequentano la scuola e hanno problemi di integrazione, anche a causa di una chiusura nei loro confronti da parte della comunità di appartenenza. La mancanza di un mercato del lavoro locale capace di creare opportunità di tirocini, borse lavoro, attività di apprendistato rende la situazione ancora più complessa. E’ da qui che parte il progetto “Coltiviamo l’amicizia”, che vuole guidare una settantina di ragazzi (interni ed esterni alla comunità “le Mimose”) nella coltivazione di un orto biologico e nella cura di un vigneto di uve Carignano, dopo un periodo di formazione. Questa esperienza potrà avvicinarli a valori come l’amicizia, il lavoro e le sue responsabilità, la condivisione, il rispetto dell’ambiente, del proprio territorio e dei beni comuni, la solidarietà, oltre a costruire un rapporto sano con il cibo, scoprirne le proprietà, la provenienza, le possibilità di combinare diversi prodotti per ottenere pietanze migliori. I giovani, inoltre, promuoveranno la propria attività sul territorio, realizzando materiale divulgativo, mettendo in commercio i prodotti del raccolto e organizzando iniziative sociali e di aggregazione.
I ragazzi coinvolti, a cui sarà riconosciuto un rimborso spese mensile, avranno quindi la possibilità di apprendere un mestiere con buone prospettive per un futuro inserimento. Il progetto, infatti, ha tra gli obiettivi il raggiungimento, da parte dei ragazzi, di un’autonomia economica-lavorativa che permetta loro di partecipare a pieno titolo alla vita comune, contribuendovi con le proprie risorse finanziarie. In questo senso, “Coltiviamo l’amicizia” troverà la sua piena realizzazione con il costituirsi di una Cooperativa di tipo B, quale fonte di impegno e occupazione per i ragazzi.
Nel progetto saranno coinvolte attivamente anche le famiglie, che parteciperanno insieme ai figli ad alcune attività e avranno dei colloqui periodici con gli psicologi che seguono i ragazzi, con l’obiettivo di incoraggiarne l’attività e accrescerne la motivazione.

RESPONSABILE: DIMENSIONE UMANA COOPERATIVA SOCIALE

PARTNER:
ASSOCIAZIONE CULTURALE X
CENTRO GIUSTIZIA MINORILE PER LA SARDEGNA
LA LOCOMOTIVA COOPERATIVA SOCIALE

Contatta EsperienzeCONILSUD

Per informazioni scrivi a comunicazione@fondazioneconilsud.it oppure contattaci dal form sottostante.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?

Gestisci Immagine Testata

o caricane una
Chiudi

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, EsperienzeCONILSUD.it utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Maggiori informazioni