troppo tardi per non creare

Regia, fotografia, montaggio
VALENTINA PELLITTERI

musiche al piano eseguite da Lorenzo Zava

SINOSSI
Un antico proverbio insegna che in tempi di magra bisogna accontentarsi di quel che si ha, facendo tesoro di ciò che già si conosce e, cercando di cavarne fuori il meglio possibile.
È sulla scia di questa ratio che a Ferla, paese dell’entroterra siracusano, nasce il laboratorio “Ricicreo”, sorto dalla volontà di collaborazione e condivisione tra un’associazione culturale, “Nuova Iblea”, e l’Osservatorio Comunale “Rifiuti Zero”.
Nel 2013, il Comune di Ferla ha dato avvio al circuito di iniziative “B.E.L.L.O.” — Bacino Ecologico Lento Laboratorio Operativo — volto a favorire una serie di buone pratiche per sviluppare nuovi sistemi di aggregazione, salvaguardare il territorio e migliorare l’interazione tra cittadini e amministrazione. Esito naturale di questa campagna sono l’Ecostazione, luogo di conferimento dei rifiuti riciclati per una raccolta di alta qualità, e la “Casa dell’Acqua”, ove il Comune dà a un prezzo irrisorio, acqua potabile, abbattendo i consumi di PET.
Sull’onda di questi traguardi, un gruppo di donne ferlesi, di là delle diversità anagrafiche e lavorative, si è proposto per creare un laboratorio di riuso dei materiali riciclati. Nel mese di Aprile 2014 s’inaugura il laboratorio di riuso creativo “Ricicreo”. Fornendo una valida alternativa al concetto di usa e getta, il laboratorio ha già creato degli oggetti inediti, esito dell’unione tra la maestria sartoriale, tipica delle “matronae” ferlesi, e le più innovative tecniche di riuso. Da allora, Ferla è stata invasa da innumerevoli manufatti, risultato dell’assemblaggio creativo dei più disparati materiali riciclati. Nascono così dalla buste di tetrapack dei pratici porta cicche, dei portachiavi dalle lattine, dei teatrini animati dai contenitori delle uova, degli stravaganti poufs da vecchi secchi di plastica, rivestiti da stoffe inutilizzate.
“Ricicreo”, oltre a essere un laboratorio sperimentale sull’ecosostenibilità, è principalmente un’officina sociale e culturale, in cui generazioni diverse di donne si mettono alla pari, condividendo conoscenze e saperi. Rivive allora in chiave moderna, e con materiali d’avanguardia, l’arte sartoriale delle nonne, da decenni posta nel dimenticatoio e, spesso ingiustamente snobbata dalle nipoti. Partendo dai disagi della crisi economica, le donne di “Ricicreo”, tentano di superare le sfide della quotidianità, ricercando nel loro passato una chiave di lettura su cui costruire un solido futuro, basato su un consumo consapevole ed ecosostenibile.
– See more at: http://www.esperienzeconilsud.it/unastoriaconilsud/2014/06/03/siracusa-associazione-nuova-iblea/#sthash.NJ1rDWH8.dpuf

Contatta EsperienzeCONILSUD

Per informazioni scrivi a comunicazione@fondazioneconilsud.it oppure contattaci dal form sottostante.

Sending

Log in with your credentials

Forgot your details?

Gestisci Immagine Testata

o caricane una
Chiudi

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, EsperienzeCONILSUD.it utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
Maggiori informazioni